Domenica, 20 Giugno 2021
Cronaca

Si rompe una lastra di ghiaccio, 2 alpinisti precipitano per 100 metri: ricoverati in gravi condizioni

I due alpinisti, di 27 e 16 anni di Avezzano, si trovavano al di sopra del rifugio Franchetti nel territorio comunale di Pietracamela

Brutto incidente in montagna sul Gran Sasso ieri, domenica 1 novembre, con 2 alpinisti che sono precipitati per oltre 100 metri dopo la rottura di una lastra di ghiaccio.
I due alpinisti, di 27 e 16 anni di Avezzano, si trovavano al di sopra del rifugio Franchetti nel territorio comunale di Pietracamela.

Entrambi sono feriti gravemente e sul posto sono intervenuti i tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico d'Abruzzo.

I due erano molto esperti e solo qualche settimana fa avevano effettuato anche delle impegnative escursioni sulle Alpi. Complice la bella giornata, i due giovani marsicani sono partiti alla volta del versante teramano del Gran Sasso, per poi salire in cordata e praticare l’alpinismo. Ma quando i due in cordata stavano scalando il Gran Sasso, proprio nel punto che si trova sopra il Rifugio Franchetti e sotto il Ghiacciaio del Calderone, sul versante settentrionale del Corno Grande a quota 2.700 metri si è staccata una placca di ghiaccio a causa del vento ed entrambi gli alpinisti sono scivolati giù.

Purtroppo però ai due, rimasti appesi in cordata, a causa della rovinosa scivolata si è tranciata addirittura una corda, che era rimasta incastrata in uno spuntone di roccia tagliente. A quel punto i due alpinisti sono precipitati giù per circa 100 metri in due punti diversi della parete rocciosa del massiccio del Gran Sasso.

Messi in sicurezza sono stati trasportati con l’elicottero del 118 nell'ospedale di Teramo, entrambi in gravi condizioni, peggiori quelle del minorenne ricoverato in prognosi riservata nel reparto di Rianimazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si rompe una lastra di ghiaccio, 2 alpinisti precipitano per 100 metri: ricoverati in gravi condizioni

IlPescara è in caricamento