Venerdì, 19 Luglio 2024
Cronaca

Alluvione 1- 2 dicembre a Pescara: al via la rimozione dei fanghi dall'ex Cofa

Durante l'alluvione dello scorso dicembre, il Comune aveva depositato in via straordinaria i fanghi accumulati dall'esondazione del Pescara nell'ex Cofa. Oggi partiranno le operazioni di rimozione e stoccaggio

Al via la rimozione e stoccaggio dei fanghi depositati nell'ex Cofa, dopo l'alluvione che ha interessato la città l'1 e 2 dicembre 2013.

A causa dell'esondazione del fiume, infatti, sulle golene nord e sud si erano accumulate tonnellate di materiali depositati dalla corrente. Il sindaco decise di stoccarli e depositarli temporaneamente nella struttura di proprietà della regione.

"Per utilizzare l’area dell’ex Cofa, ho firmato l’ordinanza per requisire, ai fini della tutela della salute pubblica e dell’ambiente, una superficie limitata e coperta dell’area, circa 400 metri quadrati. Esattamente un mese fa, il 21 gennaio scorso, sono partite le caratterizzazioni dei fanghi, affidate alla ditta Pavind, la quale ha eseguito il prelievo dei campioni che hanno consentito di classificare i fanghi e di deciderne la destinazione per il relativo smaltimento. Domani cominceranno le operazioni di rimozione dei cassoni di fango, operazioni che dovranno terminare entro quindici giorni, liberando definitivamente l’area dell’ex Cofa che sarà formalmente restituita alla Regione Abruzzo”. ha dichiarato il primo cittadino pescarese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alluvione 1- 2 dicembre a Pescara: al via la rimozione dei fanghi dall'ex Cofa
IlPescara è in caricamento