rotate-mobile
Cronaca

Allarme afa per giovedì 20 giugno

Il Comune lancia l'allarme e, già dalla giornata odierna, ha iniziato a mobilitarsi con alcuni interventi ad hoc. Decine i pacchi d'acqua consegnati a domicilio alle persone, alcune delle quali accompagnate in ospedale

Decine di pacchi d’acqua minerale consegnati a domicilio agli anziani censiti dal Centro operativo sociale e alcuni utenti accompagnati in ospedale e ambulatori per lo svolgimento di esami. Entra nel vivo l’attività del Cos di Pescara che, con l’arrivo del primo allerta caldo, è stato riaperto in anticipo rispetto alla data preventivata del primo luglio.

Non solo: per la giornata di giovedì 20 giugno, quando anche a Pescara è previsto il bollino rosso per l’arrivo di Ade, l’ondata di calore con punte di 39 gradi, il Comune ha già predisposto un rinforzo del personale che sarà chiamato a garantire massima assistenza agli utenti che cercheranno conforto e sostegno al Cos.

“A tutti i cittadini, a partire dalle fasce più a rischio ossia anziani e bambini, rinnoviamo i consigli base, ossia evitare di uscire di casa nelle ore più calde, dalle 11 alle 18, bere molta acqua, evitare pasti pesanti e alcol, e arieggiare bene gli ambienti - dicono gli assessori Cerolini e Renzetti - Chiunque avesse una qualunque necessità o volesse segnalare un disagio legato al caldo, potrà rivolgersi al Cos allo 085/61899”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allarme afa per giovedì 20 giugno

IlPescara è in caricamento