Cronaca

Sfrecciano con l'auto a forte velocità, la polizia li ferma e trova 21 chili di marijuana

In manette sono finiti due fratelli albanesi, incensurati, che sono stati bloccati dalla Squadra Mobile di Chieti e Pescara sulla variante della Statale 16 in direzione Pescara-Montesilvano. Lo stupefacente era nascosto in un involucro di cellophane all'interno del bagagliaio

Due fratelli albanesi di 24 e 32 anni, incensurati, sono stati arrestati dalla polizia a Montesilvano per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L'operazione è stata possibile grazie alla collaborazione tra la squadra mobile di Chieti e quella di Pescara. Da tempo, infatti, gli agenti teatini stanno effettuando controlli ad hoc nella zona di Chieti Scalo, scambiandosi informazioni con i colleghi della questura del capoluogo adriatico. Questa volta si è deciso di seguire un’auto che già da un po’ era tenuta sotto controllo. Ieri sera la vettura in questione sfrecciava a fortissima velocità sulla variante della Statale 16 in direzione Pescara-Montesilvano.

L’auto, di piccola cilindrata e con a bordo i due fratelli, è stata fermata dalla polizia e sottoposta a perquisizione: all’interno del bagagliaio è stato trovato un involucro di notevoli dimensioni avvolto completamente dal cellophane e da una corda molto spessa, contenente circa 21 chili di marijuana. I due albanesi, entrambi domiciliati in provincia di Pescara, sono stati arrestati e condotti nel carcere di San Donato a disposizione dell’autorità giudiziaria. La polizia fa sapere che tali servizi di controllo, visti i risultati incoraggianti, continueranno con questa metodologia e con la stessa intensità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sfrecciano con l'auto a forte velocità, la polizia li ferma e trova 21 chili di marijuana

IlPescara è in caricamento