rotate-mobile
Cronaca

Famiglia costretta a vivere in un'auto, ecco come poterla aiutare

Marco Forconi, tempestato da centinaia di messaggi e telefonate, anche da fuori Pescara, ha già raccolto oltre 600 euro, frutto di donazioni: i soldi, ovviamente, saranno destinati alla famiglia in questione

Qualcosa inizia a muoversi dopo la denuncia di Marco Forconi, che aveva portato all'attenzione dell'opinione pubblica il caso di una famiglia (composta da 4 persone più cane) costretta a vivere in auto.

Forconi, tempestato da centinaia di messaggi e telefonate, anche da fuori Pescara, ha già raccolto oltre 600 euro, frutto di donazioni: i soldi, ovviamente, saranno destinati alla famiglia in questione.

"La famiglia ringrazia vivamente tutti coloro che si stanno adoperando per prestare sostegno e conforto spirituale - fa sapere Forconi - Chiedo di contattarmi e, in maniera telegrafica ed epigrafica, comunicare cosa, come e quando donare. Invito inoltre ad attivarsi presso le istituzioni, in maniera condivisa e civile, senza lasciarsi andare a manifestazioni di protesta che potrebbero addirittura aggravare una situazione già drammatica".

Forconi, inoltre, invita le persone che volessero recarsi dalla famiglia in questione, a farlo "con educazione e rispetto". Sarà premura dello stesso Forconi fornire privatamente indicazioni su come trovare la famiglia.

Per contattare Marco Forconi, clicca QUI.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Famiglia costretta a vivere in un'auto, ecco come poterla aiutare

IlPescara è in caricamento