rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Cronaca

Intasca per fini personali 15 mila euro di aiuti Covid del Governo destinati alla sua impresa edile: denunciato

A cadere nella rete dei controlli incrociati della guardia di finanza, il titolare di un'impresa edile di Pescara

L'amministratore di una società di Pescara che opera nel settore edile è stato denunciato dalla guardia di finanza in quanto avrebbe indebitamente percepito ed utilizzato per scopi personali 15 mila euro di fondi dello Stato destinati alla sua impresa per l'emergenza Covid. A cadere nella rete dei controlli dei finanzieri l'impresa che aveva richiesto contributi economici per arginare le perdite causate dalla pandemia e dalle restrizioni. Grazie al controllo incrociato sulle banche dati, si è scoperto che l'azienda aveva ottenuto 30 mila euro di contributi del fondi di garanzia Pmi Covid 19.

In particolare, si tratta di un contributo pubblico erogato dallo Stato per sostenere le piccole e medie imprese del Paese, col fine di facilitare il loro accesso al credito. L’accurata ispezione sui documenti contabili svolta dai finanzieri pescaresi ha consentito di accertare che, dopo l’accredito sui conti aziendali dell’importo del finanziamento garantito dallo Stato, l’amministratore della società ne ha stornato circa la metà, a proprio beneficio, per uso personale, attraverso micro-prelevamenti agli sportelli bancari.

Segnalato alla procura della Repubblica di Pescara, ora dovrà rispondere dell'uso illecito dei fondi per finalità diverse da quelle previste per legge. Le fiamme gialle pescaresi hanno commentato:

"L’attività di servizio portata a termine testimonia la costante ed attenta presenza delle fiamme gialle sul territorio per intercettare i casi di utilizzo scorretto delle risorse pubbliche messe a disposizione del tessuto imprenditoriale, per fronteggiare la recessione economica connessa al Covid19".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Intasca per fini personali 15 mila euro di aiuti Covid del Governo destinati alla sua impresa edile: denunciato

IlPescara è in caricamento