rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Cronaca Montesilvano

Agguato a Carlo Pavone, nel 2006 una denuncia per minacce

Nel 2006 l'imprenditore 42enne ferito da un colpo di pistola mentre gettava la spazzatura presentò una denuncia per minacce di morte ricevute tramite telefono

Un ulteriore interessante particolare emerge in merito al caso del ferimento di Carlos Pavone, l'imprenditore 42enne colpito alla testa con un proiettile la sera del 30 ottobre scorso a Montesilvano mentre andava a gettare la spazzatura.

Nel 2006, l'uomo presentò una denuncia per minacce di morte, ricevute telefonicamente. Una vicenda che non ebbe sviluppi ma che potrebbe essere direttamente collegata all'episodio di qualche giorno fa.

Intanto i carabinieri, che continuano senza sosta le indagini, sono concentrati sui risultati balistici condotti sui vicini di casa della famiglia Pavone, con i due fucili sequestrati a due cacciatori che potrebbero essere compatibili con l'arma utilizzata da chi voleva freddare Pavone.

I due, interrogati, hanno negato qualsiasi coinvolgimento nel caso ma solo le prove scientifiche dei RIS potranno scagionarli definitivamente.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agguato a Carlo Pavone, nel 2006 una denuncia per minacce

IlPescara è in caricamento