menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aggressione in via della Bonifica, la vittima: "Ringrazio chi mi ha aiutato"

Parla la 40enne assalita qualche notte fa mentre stava camminando da sola: "Ciò che è successo a me poteva capitare a qualsiasi altra donna. Ora lasciamo che le forze dell'ordine indaghino"

"In quel posto c'ero io, ma poteva esserci qualsiasi altra donna. Non ho problemi con nessuno, sono una professionista affermata, volontaria della Croce Rossa e non temo nessuna ritorsione nei miei confronti. Posso affermare che è stato un tentato stupro, andato male solo per il passaggio dei carabinieri. E comunque lasciamo che siano le forze dell'ordine a fare il loro lavoro, non è facendo disinformazione che aiutiamo a rendere migliore una città oppure a far sì che le donne si sentano libere di andare a passeggiare".

Sono le parole della 40enne brutalmente aggredita martedì sera a Pescara, in via della Bonifica, mentre stava passeggiando.

Ora la donna vuole ringraziare "colui che ha trovato il telefono e mi ha aiutata, i ragazzini che hanno chiesto aiuto, due donne che si sono fermate, colui che mi ha coperto, i carabinieri che nelle loro mille difficoltà mi hanno sostenuta e soprattutto le operatrici della Croce Rossa che hanno svolto il loro intervento con preparazione professionalità, delicatezza, tatto e rispetto".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento