Cronaca

Aggredì un tifoso del Pescara: condannato giovane teatino

Il tribunale di Chieti ha condannato un trentenne, ritenuto uno dei responsabili, a tre anni di reclusione. L'episodio si verificò tre anni fa in piazza Matteotti, nel capoluogo teatino, durante la sfilata di Carnevale

Con l'accusa di concorso in rapina, un 30enne teatino, Daniele Petrelli, è stato condannato dal tribunale di Chieti a tre anni di reclusione e al pagamento di una sanzione di 1.000 euro per aver aggredito, insieme a un altro ragazzo (poi assolto), un giovane pescarese.

La vittima, 36 anni, fu picchiata in piazza Matteotti a Chieti durante la sfilata di Carnevale del 2015 perchè "colpevole" di indossare un giubbotto del Pescara. Si parla di rapina perchè il capo d'abbigliamento, del valore di circa 200 euro, gli fu rubato e non è mai stato ritrovato.

Il tribunale ha accolto le richieste del pm Giuseppe Falasca che aveva chiesto 3 anni e 650 euro di multa, riconoscendo l’attenuante del danno patrimoniale di speciale tenuità. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggredì un tifoso del Pescara: condannato giovane teatino
IlPescara è in caricamento