menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Picchia e tenta di violentare una donna, arrestato un uomo a Pescara

L'aggressore, I.O., 35 anni di nazionalità marocchina senza fissa dimora, è stato individuato dai carabinieri della Sezione Radiomobile-Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia al terime delle indagini

È stato individuato e tratto in arresto l'uomo che ha provato a violentare sessualmente ieri mattina, mercoledì 6 marzo, in via Alento a Pescara una donna di 50 anni di nazionalità ucraina.
L'aggressore, I.O., 35 anni di nazionalità marocchina senza fissa dimora, è stato individuato dai carabinieri della Sezione Radiomobile-Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia al terime delle indagini.

Donna aggredita a Pescara finisce in ospedale

Il 35enne, sottoposto a fermo di indiziato di delitto d’iniziativa, è ritenuto responsabile della tentata violenza sessuale e delle lesioni personali perpetrate ai danni della 50enne ucraina.

In particolare, i militari dell'Arma sono riusciti rapidamente a ricostruire i fatti chiarendo che la vittima, che da poco vive insieme ad altri senza tetto in un edificio abbandonato in via Alento numero 38, nella tarda serata di martedì 5 marzo è stata avvicinata dall’uomo che, dopo averla invitata a consumare una birra, ha insistentemente iniziato a palpeggiarla nelle parti intime formulandole al contempo proposte di natura sessuale.

Nonostante il rifiuto della donna, il 35enne, che nel frattempo si era svestito, ha bloccato la donna per le braccia e, dopo averla scagliata sopra a un letto, ha prima tentato di consumare l’atto sessuale per poi colpirla violentemente con diversi pugni al volto a seguito della resistenza che la vittima gli ha opposto.
A causa dei forti colpi ricevuti al volto e del conseguente dolore, la vittima ha perso i sensi, risvegliandosi la mattinata seguente quando è stata soccorsa da altre persone senza fissa dimora, nel frattempo sopraggiunti, e, trasportata al pronto soccorso dell'ospedale "Spirito Santo", dove le sono state riscontrate lesioni guaribili con una prognosi di 21 giorni. 

L’arrestato, accusato di tentata violenza sessuale e lesioni personali, al termine delle formalità di rito, su disposizione dell’autorità giudiziaria è stato accompagnato al carcere di San Donato in attesa di convalida del fermo e emissione di una misura cautelare da parte del Gip (giudice per le indagini preliminari).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento