Affidamento degli eventi del Comune: arresti domiciliari per Di Pietrantonio e gli ex assessori Cuzzi e Di Carlo

In azione la guardia di finanza di Pescara. Ai domiciliari anche gli imprenditori Andrea Cipolla e Cristian Summa. Pur essendo ancora in una fase di indagine, si è ritenuto di intervenire per il pericolo di reiterazione del reato

La conferenza stampa odierna

5 misure cautelari eseguite questa mattina con altrettante persone ristrette agli arresti domiciliari. Tra i destinatari il segretario cittadino del Pd, Moreno Di Pietrantonio, e gli ex assessori Giacomo Cuzzi e Simona Di Carlo. Agli indagati sono stati contestati numerosi episodi di corruzione, finanziamento illecito a politici e candidati e turbativa d’asta.

Si è ritenuto di intervenire per il pericolo di reiterazione del reato. I fatti contestati andranno comunque accertati, essendo ancora in una fase di indagine. Il gip è Elio Bongrazio. L'inchiesta è partita a luglio del 2018 da un esposto e le indagini sono state portate avanti dalla guardia di finanza, guidata dal comandante Vincenzo Grisorio e dal tenente colonnello Luca Lauro.

I dettagli sono stati forniti dal procuratore capo Massimiliano Serpi. La vicenda riguarda l'affidamento degli eventi da parte dell'allora assessore competente Cuzzi. Ci sono state attività di intercettazione e sono state ascoltate diverse persone informate sui fatti, oltre all'esecuzione di diverse perquisizioni.

Sotto la lente d'ingrandimento delle fiamme gialle è finito il rapporto tra l'assessore Giacomo Cuzzi e l'imprenditore Andrea Cipolla (anch'egli posto ai domiciliari), al quale sono stati affidati 21 eventi tra dicembre 2014 e maggio 2019, per un rapporto di quasi esclusiva coincidente con il periodo della carica di Cuzzi, dal luglio 2014 a maggio 2019:

«Nel corso del quinquennio - scrive la Finanza - sono stati accertati fatti di corruzione e turbativa d’asta nell’affidamento dell’organizzazione di ben 22 concerti tenutisi a Pescara per un importo di circa 1,2 milioni di euro».

Ci sarebbe stato un illecito finanziamento della campagna elettorale di Cuzzi, a febbraio 2019 e maggio 2019, da parte di Cipolla. Gli eventi, inoltre, sono stati affidati in modo diretto senza appalti in violazione della normativa in materia. Coinvolte anche 5 società, che sono state interdette per 4 anni. Parallelamente si è proceduto al sequestro di beni per circa 15.000 euro.

Altra vicenda è quella che riguarda Simona Di Carlo, altro ex assessore comunale dal 2017 al 2019, e Moreno Di Pietrantonio. I due si sarebbero adoperati per far affidare all'imprenditore Cristian Summa (anch'egli posto ai domiciliari) l'organizzazione di eventi per un totale di circa 190mila euro. Tutti sono indagati per corruzione.

La terza vicenda, infine, riguarda solo Di Pietrantonio e Di Carlo, con quest'ultima che si è vista assegnare un posto nella Asl. In particolare, spiega la Gdf, è emerso che un concorso pubblico alla Asl di Pescara «veniva “pilotato” da Moreno Di Pietrantonio, dirigente medico della stessa Asl, in qualità di segretario cittadino di un partito, per garantire a Di Carlo, già assessore del Comune di Pescara e candidata con lo stesso alle elezioni comunali, il conferimento di un incarico di collaboratore amministrativo a tempo determinato, per la durata di tre anni».

Nel bando del concorso, aggiungono i baschi verdi, «veniva introdotta la previsione di requisiti caratterizzanti e specifici, posseduti proprio dalla vincitrice del concorso, con la certezza che potesse essere l’unica a detenerli».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, l'Abruzzo non uscirà dalla zona rossa il 4 dicembre: manca solo l'ufficialità

  • Cosa mangiare per rafforzare le difese immunitarie: 6 alimenti per fare il pieno di energia

  • Covid, dal 29 novembre cambiano i colori delle Regioni: l'Abruzzo resterà zona rossa almeno fino al 3 dicembre

  • L'Abruzzo resterebbe zona rossa fino al 10 dicembre in base al decreto, ma Marsilio punta ad anticipare

  • Carenza di vitamina D: 10 alimenti per integrarla e rafforzare il sistema immunitario

  • L'Abruzzo rimane zona rossa, tutte le regioni restano nell'attuale fascia di appartenenza

Torna su
IlPescara è in caricamento