Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Odissea in aeroporto: voli dirottati per nebbia, in 400 rimangono a Pescara per 6 ore

Il gruppo (composto anche da bambini e disabili) sarebbe stato lasciato all'aeroporto d'Abruzzo per tutta la notte senza alcuna assistenza. Verrà presentato un esposto alla Procura della Repubblica per denunciare quanto accaduto

Verrà presentato un esposto alla Procura della Repubblica per denunciare quanto accaduto all'aeroporto di Pescara durante questo weekend. 396 persone, infatti, sono state dirottate nella notte al Liberi per colpa della nebbia che impediva loro di atterrare a Brindisi e Bari, dove erano diretti due voli Ryanair decollati regolarmente da Bergamo-Orio al Serio. Secondo quanto riferito da uno dei passeggeri, il gruppo (composto anche da bambini e disabili) sarebbe stato lasciato in Abruzzo per 6 ore senza alcuna assistenza.

Alla fine, intorno alle 6.30 del mattino, sono stati messi a disposizione dei pullman che hanno consentito alle persone di raggiungere la Puglia tramite l'autostrada. La Saga, che gestisce lo scalo pescarese, fa comunque sapere di aver fatto del proprio meglio per affrontare la situazione in maniera ottimale e creare meno disagi possibili ai viaggiatori.

Questa invece la nota di Ryanair: "I voli da Milano Bergamo diretti a Bari e a Brindisi sono stati fatti atterrare a Pescara a causa di fitta nebbia sugli aeroporti di Bari e Brindisi. Entrambe gli aerei sono atterrati normalmente e i passeggeri hanno ricevuto buoni ristoro e sono stati trasferiti a Bari e Brindisi con un servizio autobus. Ryanair si scusa con tutti i clienti coinvolti in questi eventi causati da condizioni meteo completamente al di fuori dal nostro controllo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Odissea in aeroporto: voli dirottati per nebbia, in 400 rimangono a Pescara per 6 ore

IlPescara è in caricamento