rotate-mobile
Cronaca

Aeroporto, Ryanair lascia Pescara? Scoppia la polemica

Scoppia la polemica attorno alle presunte voci di un divorzio imminente fra l'Aeroporto di Pescara e la Ryanair. A parlare è Armando Foschi, di Pescara Mi Piace: "Compagnia pronta a chiudere la base"

Ryanair lascia l'aeroporto di Pescara? Scatta la polemica dopo le indiscrezioni circolate ieri riguardanti un possibile divorzio fra il colosso dei voli low cost e lo scalo cittadino.

A parlare è Armando Foschi, di Pescara Mi Piace, che chiede spiegazioni ai vertici regionali in merito anche alla presunta visita che i dirigenti di Ryanair faranno oggi ai vertici della Saga che, però, non sarebbero disponibili per un incontro e quindi a rappresentare il nostro territorio ci sarebbe Camillo D'Angelo, ex vicesindaco della giunta D'Alfonso.

"Secondo tali indiscrezioni, l’attuale Governance della Saga, con l’avallo della Regione Abruzzo, avrebbe deciso di rompere l’idillio per buttarsi nel mercato, tentando, forse, di nuovo la carta di Alitalia, ma il condizionale è d’obbligo. Dopo richieste infruttuose di incontro, i vertici di Ryan Air hanno comunicato che domani saranno essi stessi a Pescara, ma questo avrebbe scatenato il fuggi fuggi generale, tanto che domani non sarebbero disponibili a una riunione né il Direttore dell’aeroporto, né tantomeno il Presidente. Ryan Air, a fronte di tale comportamento poco ortodossi, e al di fuori di qualunque protocollo istituzionale, comunque avrebbe già pronto un piano, ovvero la riduzione progressiva delle frequenze settimanali dei voli sino al 31 ottobre 2016, e quindi, al primo novembre, l’eliminazione dell’aereo e la chiusura della base operativa di Pescara, con gli immaginabili riflessi sotto il profilo occupazionale. "ha dichiarato Foschi, aggiungendo che sarebbe inconcepibile che Camillo D'Angelo, ora pensionato e senza nessuna carica istituzionale e rappresentativa, possa incontrare i vertici Ryanair per una trattativa.

Per questo, Foschi ha chiesto immediatamente alla Regione ed alla Saga di fare chiarezza.

Pronta la risposta di Balducci, vicecapogruppo PD al consiglio regionale, che smentisce qualsiasi coinvolgimento di Camillo D'Angelo nella vicenda, aggiungendo che le strategie aziendali della Saga sono vincolate da contratti che vanno rispettati. "E’ chiaro cheì il Presidente D’Alfonso sarebbe felicissimo se Camillo D’Angelo  volesse aiutarlo nell’espletamento della sua funzione”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aeroporto, Ryanair lascia Pescara? Scoppia la polemica

IlPescara è in caricamento