menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Acqua, assemblea Ato: ancora uno stop agli aumenti

Ancora una volta l'assemblea Ato non è riuscita a votare l'aumento delle tariffe dell'acqua. Soddisfatta l'associazione Codici: "Ora i sindaci devono mettere mano alla gestione dell'Aca"

Nulla di fatto anche durante l'assemblea di ieri dell'Ato in merito agli aumenti delle tariffe dell'acqua nei comuni appartenenti al consorzio.

Anche ieri l'assemblea non è riuscita a votare il provvedimento, con con 25 voti favorevoli all'aumento in rappresentanza di 35 quote e 9 voti contrari in rappresentanza di 33 quote e 5 astenuti.

Durante la seduta, il dibattito è stato molto acceso fra i sindaci presenti.

Il Commissario dell'Ato Caputi ha quindi deciso di rimettere al Comune di Pescara la possibilità di convocare un'altra seduta per la votazione. Lo stesso Comune di Pescara ha votato contro l'aumento delle tariffe.

L'associazione Codici esprime soddisfazione per l'ennesima bocciatura del provvedimento, sottolineando come la stessa associazione abbia inviato numerose diffide ai sindaci dell'Ato, annunciando denunce penali in caso di votazione favorevole.

Ora, ha detto il segretario Pettinari, è necessario che i sindaci mettano mano subito alla gestione fallimentare dell'Aca.

L'assessore comunale di Pescara Antonelli, ritiene necessario azzerare i vertici dell'Aca per poi tornare a valutare in modo sereno il Piano d'ambito.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento