Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca Portanuova / Via Nazario Sauro

Accoltellamento Pescara Vecchia: due arresti

Due giovani, uno dei quali minorenne, sono stati arrestati dalla Squadra Mobile di Pescara in quanto responsabili dell'accoltellamento di un ragazzo a Pescara Vecchia avvenuto il 2 ottobre scorso

Due giovani, uno dei quali minorenne, sono stati arrestati dalla Squadra Mobile di Pescara in quanto responsabili dell'accoltellamento di un ragazzo a Pescara Vecchia avvenuto il 2 ottobre scorso.

Grazie alle indagini condotte dagli uomini diretti dal dott. Muriana, infatti, si è scoperta l'esistenza di una vera e propria banda di bulli, molto violenta e aggressiva, che da tempo si aggirava nella zona.

I fatti sono avvenuti nei pressi del locale "Orange Rock Cafè" la notte del 2 ottobre, quando un ragazzo di 23 anni fu accoltellato per futili motivi.

Il giovane riportò la perforazione del polmone.

Oltre all'esecutore materiale del tentato omicidio, un ragazzo di 17 anni proveniente da una situazione familiare difficile, è stato posto agli arresti domiciliari anche il complice, un 22enne, che ha spalleggiato il minorenne durante l'aggressione.

Denunciati anche altri due giovani, fra cui un altro minorenne.

Un branco che a Pescara Vecchia aveva imposto la propria presenza con la violenza, Solo in un secondo momento, messi alle strette dagli investigatori, gli amici e la stessa vittima collaboravano con i poliziotti, fornendo importanti dettagli sull’accaduto e sulla responsabilità dei singoli soggetti.

Grazie alle intercettazioni telefoniche, riguardanti un'altra indagine, si è scoperto che il minorenne era il responsabile dell'accoltellamento, considerando che in una telefonata ha raccontato l'accaduto ad un amico, rivelando che il coltello gli era stato regalato dal padre (pregiudicato) qualche giorno prima, coltello che aveva poi provveduto a far sparire.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accoltellamento Pescara Vecchia: due arresti

IlPescara è in caricamento