rotate-mobile
Cronaca Spoltore

Writer arrestati in India, c'è il primo "sì" alla libertà su cauzione: attesa per la decisione del tribunale di Ahmedabad

Ad accogliere la richiesta è stato il giudice di Mumbai, ma ora spetta a quello della città dove sono stati arrestati il 2 ottobre esprimersi: la cauzione è di circa 500 euro

Accolta dal giudice di Mumbai la richiesta di libertà su cauzione per i quattro writer, due dei quali abruzzesi, arrestati il 2 ottobre dalla pulizia indiana ad Ahmedabad perché accusati di aver imbrattato alcune carrozze della metropolitana oltre che di essere entrati in un'area proibita.

Una buona notizia, ma spiegato dall'avvocato abruzzese Vito Morena e riportato da diverse testate anche nazionali, “purtroppo non significa che i quattro ragazzi verranno immediatamente rilasciati”. Questo perché a dover decidere per la libertà su cauzione dovrà essere anche il tribunale della città dove avrebbero compiuto il reato. 

Tra loro anche un giovane di Spoltore Daniele Stranieri di 21 anni arrestato insieme ad un altro abruzzese Gianluca Cudini di 24 anni e altri due giovani marchigiani: Sacha Baldo 29enne di Monte San Vito e Paolo Capecci 27enne di Grottammare.

Una decisione quella del giudice di Mumbai che ha fissato una cauzione di 40mila rupie pari a circa 500 euro non è dunque sufficiente, ma apre alla speranza di un lieto fine della vicenda.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Writer arrestati in India, c'è il primo "sì" alla libertà su cauzione: attesa per la decisione del tribunale di Ahmedabad

IlPescara è in caricamento