rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Cronaca

Aca, il Comune di Pescara preme per le dimissioni dei vertici

Il Comune di Pescara torna sulla questione delle dimissioni dei vertici Aca dopo gli arresti di qualche settimana fa, chiedendo una riunione urgente dell'assemblea dei soci

Tensione alta fra il Comune di Pescara e i vertici Aca, in merito alla convocazione della prossima Assemblea dei Soci, durante la quale il sindaco MAscia chiederà le dimissioni dei vertici dopo gli arresti di qualche settimana fa, che hanno interessato il presidente Di Cristoforo.

L'8 agosto il Comune aveva firmato, assieme ad altri 11 Comuni soci, la richiesta di convocazione straordinaria dell'assemblea, ma per ora è arrivata solo una convocazione di una seduta non ufficiale.

Ora, dunque, il Comune si rivolgerà al Tribunale Civile tramite l'avvocato Montanino.

" Peraltro la nota è stata firmata da un vicepresidente che, a nostro giudizio, è già decaduto dalla propria carica da due esercizi finanziari. A questo punto intendiamo avvalerci di tutti gli strumenti a disposizione dei soci e inoltreremo al Presidente del Tribunale competente, Civile o Societario, la richiesta formale di convocazione di un’Assemblea ordinaria dei soci Aca con all’ordine del giorno la revoca degli attuali amministratori e la definizione della nuova governance della società, portando avanti la proposta dell’istituzione dell’Amministratore unico per garantire il contenimento dei costi e per rendere più snello e agevole il governo della società stessa" ha detto l'assessore Antonelli.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aca, il Comune di Pescara preme per le dimissioni dei vertici

IlPescara è in caricamento