rotate-mobile
Cronaca Spoltore

Abusi sessuali, processo a Don Vito Cantò: ascoltati i compagni della vittima

Sono stati ascoltati come testimoni della difesa dell'ex parroco e capo scout di Villa Raspa accusato di abusi sessuali su un ragazzino minorenne. "Non ci siamo accorti di nulla"

Nessuno si era accorto degli abusi al loro compagno. Hanno testimoniato questa mattina in Tribunale, nell'ambito del processo a Don Vito Cantò, alcuni dei compagni della vittima dei presunti abusi sessuali compiuti fra il 2011 e 2012 dall'ex parroco di Villa Raspa e capo scout Agesci.

I ragazzi hanno dichiarato di non aver mai saputo nulla degli abusi e di non aver notato comportamenti equivoci o sospetti da parte del prete, che è già stato condannato dal Tribunale della Chiesa all'interdizione perpetua da attività con minorenni, oltre ad altre pene accessorie.

SPOLTORE, EX PARROCO INDAGATO PER PEDOFILIA

Secondo l'accusa, invece, Cantò avrebbe più volte abusato del ragazzo che era minorenne, e nel 2013 arrivò la denuncia alla Procura che avviò le indagini, mentre il vescovo di Pescara/Penne Valentinetti decise di sospendere cautelativamente Don Vito dall'esercizio di parroco nella chiesa di San Camillo de Lellis a Villa Raspa di Spoltore. La prossima udienza si terrà il 12 aprile.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abusi sessuali, processo a Don Vito Cantò: ascoltati i compagni della vittima

IlPescara è in caricamento