menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Cisl contro i tagli al personale del Don Orione di Pescara

La Cisl Funzione pubblica (Fp) Abruzzo ha deciso di impugnare di fronte al tribunale la decisione dell'istituto "Don Orione" di Pescara, ritenuta antisindacale, di ridurre l'assistenza per i ragazzi all'interno del servizio

La Cisl Funzione pubblica (Fp) Abruzzo “porta in tribunale” il Don Orione di Pescara.

Il sindacato ha deciso di impugnare di fronte al tribunale la decisione dell'istituto, ritenuta antisindacale, di ridurre l'assistenza per i ragazzi all'interno del servizio diurno dell'ente perché avrebbe una "grave ripercussione sui percorsi riabilitativi".

Gli operatori del servizio sanitario erogato dal Don Orione stanno per essere avvisati del cambio di orario e di un eccesso di mansioni da svolgere conseguente alla riduzione di circa tre ore giornaliere di assistenza a partire dal 1/o settembre prossimo.

  Si chiede il mantenimento del budget 2009
 
Il sindacato quindi chiede, per il caso Don Orione: "il mantenimento del budget 2009; la garanzia dei servizi agli utenti disabili; l'adeguamento delle retribuzioni con l'applicazione del rinnovo contrattuale."

Spiegano dalla Cisl Fp che il problema sta nei tagli imposti dalla Regione e nella risposta amministrativa data dalle aziende: “La Regione paventa tagli al settore riabilitazione e le aziende, invece di dimostrare che i tagli incidono drammaticamente su servizi e prestazioni, trovano la via più facilmente percorribile per il contenimento dei costi come quella di dichiarare esuberi per 70 unità (come ha fatto il Don Orione), riorganizzare i servizi con il taglio delle ore di assistenza per i disabili, chiedere cumulo di mansioni improprie agli operatori del settore riabilitativo, eludere il rinnovo dei contratti di lavoro con retribuzioni, ferme al 2005.”
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento