Cronaca

Pescara, 63enne nasconde in casa opere sacre rubate: denunciato

Nascondeva in casa una grossa quantitò di opere d'arte sacre rubate in giro per l'Italia. E' stato però stanato e denunciato dal Nucleo Patrimonio Cultuare di Napoli. Protagonista della vicenda un 63enne pescarese

Nascondeva in casa una grande quantità di opere d'arte sacre rubate, in giro per le chiese italiane.

Per questo, un 63enne pescarese, già conosciuto dalle Forze dell'Ordine, è stato denunciato dai carabinieri del Nucleo Tutela del Patrimonio Culturare, che dopo una lunga indagine, hanno sequestrato opere per un valore complessivo pari a 2 milioni di euro.

Dopo un controllo in un negozio di antiquariato a Napoli, i militari sono risaliti al pescarese. Fra le tele rubate, sono stati recuperati un ritratto ritratto raffigurante ’Le tre Marie al sepolcrò, di autore ignoto; la ’Madonna Contestabilè dell’800, copia dell’opera di Raffaello, e la ’Madonna con Bambinò del ’500 (copia da Mantegna), rubati a Perugia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara, 63enne nasconde in casa opere sacre rubate: denunciato

IlPescara è in caricamento