rotate-mobile
Cronaca Montesilvano

Montesilvano, 12 arresti per droga: famiglia rom in manette

Un'intera famiglia di etnia rom finisce in manette nell'Operazione Domino dei Carabinieri. Dal nonno ai nipoti minorenni, risultano coinvolti in un'attività di spaccio di droga. Dodici in tutto gli arresti

Un'intera famiglia rom finisce in manette a Montesilvano, nell'ambito dell'operazione Domino dei Carabinieri della Compagnia, coordinati dal capitano Marinelli.

Dodici in tutto le persone finite in manette, sei delle quali sono finite in carcere, mentre per le altre sei sono scattati gli arresti domiciliari e l'obbligo di firma.

Un'indagine partita nel 2009, che, come il nome stesso lascia intuire, ha permesso nel corso dei mesi di far cadere tutti i tasselli del mosaico che componeva la rete di spaccio, esattamente come nel domino.

Lo spaccio riguarda in particolare la cocaina e l'eroina; la famiglia rom ha come capostipite F.S, 65enne di Montesilvano che, assieme alla moglie D.G.G, 61enne, si dedicava alla vendita degli stupefacenti ad alcuni spacciatori locali, assieme ai figli, generi, nuore e nipoti. Alcuni dei giovani erano anche minorenni.

Nel corso dell'indagine sono stati sequestrati 1 kg di stupefacenti fra eroina e cocaina.

Quarantadue in tutto gli indagati.

Fra gli arrestati anche M.F., 37enne di Montesilvano, già noto per l'arresto avvenuto all'interno del ristorante romano "La Parolaccia" qualche anno fa.

Arresti droga Montesilvano

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montesilvano, 12 arresti per droga: famiglia rom in manette

IlPescara è in caricamento