rotate-mobile
Lunedì, 30 Gennaio 2023
Cronaca

Montesilvano: laboratorio del falso e negozio di prodotti "tarocchi", sequestri e denunce

La Guardia di Finanza di Pescara ha denunciato tre persone in quanto responsabili di produzione e vendita di capi d'abbigliamento ed accessori contraffatti. Sequestrati oltre 3.500 prodotti

Nuovo duro colpo al mercato del falso nel pescarese e nella nostra Regione. La Guardia di Finanza di Pescara, infatti, ha denunciato tre persone (due italiani ed un senegalese) responsabili di produzione, commercializzazione e vendita di capi contraffatti.

Gli uomini delle Fiamme Gialle hanno inizialmente fermato un senegalese che aveva creato una centrale del falso dove venivano confezionati capi falsi e realizzate false etichette di note marche nel teramano. L'uomo però lavorava per altri due soggetti, italiani, titolari di un negozio di abbigliamento a Bellante.

Qui infatti durante il blitz sono stati rinvenuti migliaia di capi messi in vendita come originali, ma in realtà falsi ingannando i clienti che erano convinti di acquistare capi originali a prezzi bassi.

SCOPERTA FABBRICA DEL FALSO NEL PESCARESE

Non è la prima volta che le Fiamme Gialle pescaresi scoprono un livello superiore della contraffazione: a Pescara, infatti, erano stati scoperti capi contraffatti in vendita in un negozio regolare, con il sequestro di oltre 300 articoli tra etichette, abbigliamento, scarpe e accessori di svariate marche quali Adidas, Balenciaga, GGDB (Golden Goose Deluxe Brand) e Yohji Yamamoto la cui contraffazione è stata confermata da apposite perizie tecniche, sono risultati contraffatti. Tra gli articoli sequestrati, anche etichette rinvenute, all’interno del negozio, dei marchi Chanel, Balenciaga, Gucci e Dolce & Gabbana, che venivano applicate ai prodotti provenienti dalla Cina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montesilvano: laboratorio del falso e negozio di prodotti "tarocchi", sequestri e denunce

IlPescara è in caricamento