Come risparmiare sull’uso della lavastoviglie: alcune dritte

Per lavare e asciugare piatti, pentole e posate la lavastoviglie è praticamente essenziale

Elettrodomestico per molti ritenuto indispensabile, la lavastoviglie è tra le migliore amiche degli italiani. Basta passare tanto tempo tra pulire, lavare e asciugare piatti, pentole e posate: basta togliere lo sporco, infilarli nei cestelli e azionare il programma giusto. Alla fine tutto sarà pulito, igienizzato e profumato, senza aver fatto alcuno sforzo.

In una casa domotica la lavastoviglie è praticamente essenziale, ma è importante capire come usarla al meglio per evitare che consumi troppo e abbia un impatto importante sul costo della bolletta elettrica.

Quale modello di lavastoviglie scegliere

È necessario fare attenzione alla classe energetica: negli ultimi anni si sono sviluppati modelli che assicurano un risparmio energetico importante perché appartengono alle classi A+++, A++ e A+. Inoltre, molti hanno sensori che individuano il programma da utilizzare in base al carico e al livello di sporco, limitando al minimo gli sprechi.

Lavastoviglie a carico pieno

È consigliabile utilizzare la lavastoviglie a carico pieno. Riempita a metà consuma come se fosse piena, ma anche sovraccaricarla è controproducente perché i bracci potrebbero faticare a muoversi e quindi non lavano bene le stoviglie.

Ogni modello ha una disposizione differente, di solito i piatti o le pentole grandi devono essere messe nel cestello inferiore, mentre nella parte superiore bicchieri e utensili leggeri. Sistemati nel modo corretto, avrete una lavastoviglie con il giusto carico.

Adattare il programma in base allo sporco

Se le stoviglie non sono particolarmente sporche meglio utilizzare un programma ecologico, con temperature più basse. Più le temperature sono alte, più i consumi sono elevati.

Inoltre, meglio scegliere determinati orari in cui fare la lavatrice, l’ideale è la sera o nei giorni festivi ma i costi dipendono molto dalle fasce di consumo.

Pulizia e manutenzione della lavastoviglie

Pulire la lavastoviglie può sembrare un’operazione fastidiosa, ma in realtà è un modo per risparmiare in bolletta, perché si ha un funzionamento efficace dell’elettrodomestico. Lo stesso vale per la manutenzione. Eliminare il calcare e la muffa serve a proteggere la nostra salute e a far funzionare bene l'apparecchio.

Oltre a controllare il corretto funzionamento di scarichi e filtri, meglio evitare di inserire i piatti con residui di cibo, utilizzare l’anticalcare e pulire le guarnizioni.

Evitare di utilizzare programmi non necessari

Per risparmiare sui costi in bolletta basta prendere piccole accortezze come eliminare i residui di cibo, passando sotto l’acqua i piatti, in questo modo il pre-risciacquo non serve.

Lo stesso vale per l’asciugatura, molti hanno un programma specifico, in realtà una volta terminata, basta aprire lo sportello e far asciugare le stoviglie da sole.

Prodotti online per lavastoviglie

Lavastoviglie A+++

Set pulizia ecologico

Sale per lavastoviglie

Pastiglie per lavastoviglie

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Natale 2020: tutte i colori di tendenza per addobbare l’albero

  • Come pulire il materasso e ogni quanto igienizzarlo

  • Come prevenire l’umidità, per una casa sempre ‘asciutta’

  • Cos’è il cronotermostato e perché potrebbe rivelarsi un buon investimento

  • Inquinamento domestico: 10 modi green per ridurlo

Torna su
IlPescara è in caricamento