rotate-mobile
Utenze

Come risparmiare sui consumi energetici in Abruzzo: guida per abbattere i costi delle bollette fino al 34%

Sima e Consumerismo presentano guida per aiutare famiglie della regione a risparmiare sui consumi energetici fino al 34% di energia in casa

La Società Italiana di Medicina Ambientale (Sima) e Consumerismo No Profit presentano le linee guida per risparmiare sui consumi energetici e ridurre fino al 34% le bollette di luce e gas in Abruzzo. Il documento – elaborato da Francesco Cannone e Daniele Guglielmino, membri del Comitato Scientifico Sima – parte dal presupposto che mai come in questo momento il risparmio energetico è contemporaneamente una concreta opportunità economica e un dovere nei confronti dell’ambiente.

Alcuni studi evidenziano che le abitudini dell'utente nei confronti dell’uso corretto dell’energia hanno un ruolo importante nel ridurre gli sprechi energetici: l’educazione e la modifica dei comportamenti del cittadino è l’area che può generare la riduzione di consumi più significativa, pari al 34% dei consumi totali di energia.

7 consigli per ridurre i consumi

Di seguito vi elencheremo i 7 consigli per abbattere i costi delle bollette fino al 34% sviluppati da Sima e Consumerismo.

  1. Adottare un sistema di domotica per il risparmio energetico: in tal modo sarà automaticamente ottimizzata la gestione e regolazione degli impianti termici ed elettrici raggiungendo risparmi nell’ordine del 20-40%. Adottando un sistema completo anche di sensori intelligenti collegati agli utilizzatori elettrici si può raggiungere, in alcuni casi anche, il 50-60% di risparmio energetico.
  2. Sostituire i sistemi di illuminazione tradizionali con i led a luce calda di ultima generazione. La sostituzione di 4 lampadine tradizionali può comportare un risparmio di oltre 50 euro all’anno.
  3. Dopo l’uso, non lasciare i dispositivi in stand-by. A tal scopo è utilizzabile, per esempio, una ciabatta elettrica dotata di tasto on/off. Secondo alcune stime, questo può far risparmiare mediamente circa 100 euro all’anno.
  4. Fare la manutenzione degli impianti. Un impianto o dispositivo elettrico ben manutenuto consuma e inquina meno.
  5. Evitare di utilizzare il sistema di riscaldamento/raffrescamento senza tener conto delle effettive esigenze. In particolare, è necessario adattare l’uso in funzione di: a) temperatura esterna, b) numero di persone nella stanza, c) livello di umidità, d) presenza effettiva di persone negli ambienti riscaldati/raffreddati, e) apertura di porte e finestre. Adottare un crono-termostato e valvole termostatiche (se non ancora installati) è un utile aiuto alla conduzione degli impianti.
  6. Favorire il corretto isolamento termico tra casa e ambiente esterno. Schermare le finestre di notte o durante le ore calde chiudendo persiane e tapparelle o utilizzando delle tende.
  7. Usare in modo efficiente gli apparecchi elettrici. Usare lavastoviglie e lavatrici a pieno carico per evitare ripetuti lavaggi e preferibilmente nelle ore in cui l’energia costa meno, evitare di tenere accese le luci nelle stanze in cui non vi è nessuno e regolare l’intensità in base alle effettive esigenze di illuminazione.
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come risparmiare sui consumi energetici in Abruzzo: guida per abbattere i costi delle bollette fino al 34%

IlPescara è in caricamento