Pulire con il vapore, il modo migliore per igienizzare tutte le superfici e i tessuti

Uno dei migliori modi per eliminare tutto lo sporco

Uno dei migliori modi per eliminare tutto lo sporco più ostinato e igienizzare ogni superficie è pulire casa con il vapore. In pratica si sfrutta solamente l’acqua. Raggiungendo temperature elevate, sarà più facile detergere rivestimenti ma anche tessuti, come tappeti e tende. In questo modo sarà possibile eliminare, o comunque ridurre molto, l’uso dei detergenti chimici, che sono dannosi per l’aria e l’ambiente.

Tuttavia, è necessario sapere come pulire casa con il vapore per non commettere errori irrimediabili.

Pulire con il vapore: 4 errori da evitare

Iniziamo subito a capire cosa non fare quando si pulisce casa con il vapore:

  1. mai pulire con il vapore le superfici fredde perché il contrasto con il getto caldo potrebbe lasciare delle macchie;
  2. non usare il vapore su oggetti di cartone, potrebbero rovinarsi;
  3. non usare per troppo tempo l’apparecchio a vapore sullo stesso punto, potrebbe rovinare la superficie;
  4. è sconsigliato usare il vapore su legno e laminato.

Come usare i pulitori a vapore

I pulitori a vapore si possono usare in diversi modi e soprattutto su diverse superfici e rivestimenti.

Sul pavimento. Il vapore permette di rimuovere lo sporco anche tra le fughe annerite, ma prima di usarlo, meglio passare l’aspirapolvere.

Come togliere le macchie di inchiostro dai vestiti

In cucina. È la stanza dove si accumula maggiormente sporco e grasso, quindi il vapore diventa un alleato fondamentale da usare anche sul piano di cottura o sulla cappa.

In bagno. Anche qui l’igiene è fondamentale. Il pulitore a vapore diventerà fondamentale per eliminare germi e batteri su tutte quelle superfici difficili da pulire come le mattonelle, i rubinetti e il box doccia e metterli al sicuro dalla formazione della muffa.

Sulle finestre. Con il vapore si possono pulire facilmente i vetri, togliendo aloni e macchie anche dai binari degli infissi. Utile anche per togliere lo sporco dalle tapparelle.

Su materasso e divano. I tessuti degli imbottiti, come materasso e divano, sono sempre difficili da pulire, soprattutto se non sono sfoderabili. Motivo per cui, dopo aver tolto briciole, capelli o peli di animali con l’aspirapolvere, si può passare alla pulizia a vapore. Questo passaggio è utile per eliminare gli acari, responsabili di allergie e difficoltà respiratorie.

Sul tappeto. Esattamente come per materasso e divano è importante igienizzare anche una superficie che calpestiamo ogni giorno e su cui si accumula molto sporco. Dopo aver aspirato capelli, briciole o peli di animali, cospargere la superficie di bicarbonato, eliminare l’eccesso con la spazzola e poi passare su tutta la superficie la macchina pulitrice a vapore.

In auto. Germi e batteri si annidano anche tra i sedili dell’auto, sui tappetini e nel bagagliaio. Va prima tolto lo sporco e poi eseguire il lavaggio con il vapore.

Prodotti online

Pulitore a vapore portatile 

Pulitore vapore multiuso

Scopa a vapore

Scopa elettrica a vapore multifunzione

Pulitore a vapore mobile

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragnetti rossi in casa: come eliminarli

  • Superbonus 110%: come funziona la cessione del credito, la grande novità del decreto Rilancio

  • Pulire casa con l’aceto bianco: come usarlo per detergere ogni superficie

  • Ecobonus 110%: cos’è, come funziona e quali interventi rientrano nella super detrazione

  • Come eliminare i cattivi odori dalla cucina: trucchi e consigli

Torna su
IlPescara è in caricamento