rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Sicurezza

Animali: le regole condominiali che valgono per i proprietari di cani e gatti

Sicurezza e igiene

Sono sempre più le persone che hanno in casa almeno un animale domestico. Cani e gatti in cima alla lista delle preferenze e per loro, anzi per i proprietari, ci sono delle norme da seguire se si vive in condominio. Nel rispetto altrui e del palazzo è dunque importante conoscere le regole condominiali che riguardano gli animali e osservarle scrupolosamente.

È possibile vietare cani e gatti in condominio?

Innanzitutto una premessa: non può essere vietata la possibilità di avere un animale all’interno di un appartamento condominiale. Questo è quanto stabilito dalla Legge 220-2012 sulla riforma del condominio.

Un locatario può però inserire all’interno del contratto di affitto il divieto di tenere animali in casa.

Le regole condominiali da rispettare

Sicurezza e igiene sono le due parole d’ordine per quel che concerne gli animali in condominio. Infatti, quando accedono agli spazi comuni, come scale e ascensore, non devono in nessun modo creare problemi ad altri condomini.

In poche parole gli animali non possono essere lasciati liberi negli spazi comuni all’interno del condominio e bisogna utilizzare sempre guinzaglio e museruola.

È opportuno che gli animali tutti, non solo cani ma anche i gatti, siano registrati all’anagrafe, siano dotati di microchip e siano vaccinati.

Durante le ore di riposo e di festività gli animali non devono disturbare, ad esempio abbaiando. Il proprietario deve intervenire tempestivamente.

Bisogna assicurare una buona igiene del proprio animale, per evitare cattivi odori.

Mai lasciare gli animali soli in casa, se rischiano di mettere in pericolo la loro salute psico-fisica o disturbare i condomini.

Si può allontanare un animale dal condominio?

Sì, ma solo se questo causa problemi igienico-sanitari o se è un pericolo effettivo per le persone. In questo caso, davanti a prove documentate, interviene il servizio veterinario pubblico.

Animali che non possono essere tenuti in casa

Ci sono alcuni casi in cui non è proprio possibile tenere un animale in casa. Ci riferiamo agli animali esotici e selvatici, come alcuni tipi di serpenti, volpi e lupi. Serve una precisa autorizzazione e sicuramente fare richiesta, in caso di animale non domestico, al Ministero dello Sviluppo Economico perché possono costituire un pericolo per la salute delle persone.

Prodotti online

Guinzaglio per cani

Museruola per cane

Trasportino gatto

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Animali: le regole condominiali che valgono per i proprietari di cani e gatti

IlPescara è in caricamento