Come proteggere la piscina in inverno: tutto ciò che bisogna fare

L’invernaggio permette di non svuotare la piscina e di preservare una serie di caratteristiche

Se in estate avere uno specchio d’acqua a cielo aperto è rilassante e offre momenti di svago, quando le temperature si abbassano si presentano solo problemi. Come proteggere la piscina in inverno? Come riuscire a non farla rovinare e ritrovarla in forma per la prossima stagione estiva? Bisogna eseguire una serie di operazioni che permetteranno di preservarla e prepararla al meglio.

Invernaggio piscina: che cos’è?

L’invernaggio non è nient’altro che l’insieme delle operazioni di manutenzione della piscina fatte durante il periodo più freddo dell’anno. In pratica si devono continuare i trattamenti dell’estate, anche se può sembrare impegnativo, oltre che costoso, ma ciò permetterà di ritrovare una piscina in perfetta salute.

Ecco quali sono i vantaggi dell’invernaggio:

  • il freddo non riesce a intaccare le piastrelle, che saranno sempre come nuove;
  • si eviteranno le incrostazioni, perché la sporcizia non riuscirà a depositarsi causa disuso;
  • si evitano i ristagni, perché l’acqua non si sporcherà;
  • non c’è bisogno di svuotarla in primavera, proprio grazie alle operazioni di invernaggio.

Si consiglia di effettuare l’invernaggio quando la temperatura scende sotto i 12°, per prevenire la formazione di possibile alghe.

Come fare l’invernaggio?

Innanzitutto bisogna pulire l’acqua e, per evitare che ci siano residui, meglio effettuare un controlavaggio del filtro. È necessario poi pulire i cestelli o e retine presenti nel canalone di sfioro e il prefiguro della pompa. Verificare in seguito ph e durezza dell’acqua. Bisogna pulire il cestello pre-fitro della pompa e svitare i tappi per lo spurgo.

Si consiglia di ripetere queste operazioni a metà inverno.

Evitando in questo modo di svuotare la vasca, l’acqua permetterà di evitare eventuali piegamenti e cedimenti della struttura. Nelle piscine rivestite in pvc invece si eviteranno eventuali indurimenti dovuti dal freddo.

Per evitare il congelamento dell’acqua, che è possibile nelle zone in cui il clima è particolarmente rigido, si consiglia di abbassare il livello dell’acqua sotto gli skipper, svuotare le tubature e posizionare sulla superficie dei galleggianti morbidi per impedire la formazione del ghiaccio.

Coprire la piscina

Solo dopo aver terminato tutte le operazioni di invernaggio, si può utilizzare una copertura per la piscina. Tra i vari modelli ci sono:

  • teli di copertura, una soluzione economica che protegge la piscina da sporcizia e residui
  • copertura di sicurezza, ideale se ci sono bambini e animali in casa, perché è in grado di reggere un determinato peso. Da giugno 2018 in base alla normativa UNI 11718, ci sono dei requisiti da rispettare: la copertura deve prevenire la caduta di un bambino e deve evitare che questo si infili sotto. Il carico da sopportare un peso di 100 kg, il fissaggio non deve causare inciampi ai bambini. In caso di copertura automatica il sistema centralizzato deve essere posizionato lontano dalla portata dei bambini.
  • copertura filtrante, parzialmente o totalmente, che scongiurerebbe l’accumulo di acqua sulla superficie, ma trattenendo la sporcizia e le foglie

Prodotti online per proteggere la piscina in autunno

Copertura di sicurezza

Telo termico per piscina

Telo copertura copri piscina rettangolare 

Copertura invernale per piscina ovale

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come allontanare le cimici da casa ed evitare un’invasione

  • Furti in casa: 10 consigli per evitare brutte sorprese

  • Quando si accendono i riscaldamenti centralizzati a Pescara? La data

  • Arredamento autunnale: consigli per una casa di tendenza

Torna su
IlPescara è in caricamento