Come coltivare l’avocado in vaso e fai da te partendo dal seme

Germoglierà in poche settimane

@casa.deselva Via Instagram

L’avocado è uno dei superfood più attuali e alla moda degli ultimi tempi e c’è chi, oltre che mangiarlo, preparare guacamole e utilizzarlo per maschere di bellezza, lo coltiva in casa. Come si fa?

Basta prelevare il seme, il cuore centrale e tondeggiante che si trova all’interno del frutto, metterlo in acqua e attendere che germogli. Vediamo meglio tutti passaggi per coltivare l’avocado in casa.

Cosa serve per coltivare un avocado

L’avocado è originario del centro e sud America. È abituato a climi tropicali ma è possibile farlo germogliare anche nel nostro Paese, con le dovute accortezze.

Per poterci riuscire bisogna procurarsi:

  • un seme di avocado
  • stuzzicadenti
  • vaso, o contenitore
  • acqua

Per iniziare bisogna prelevare il seme di un avocado maturo, privarlo della pellicola marrone e lavarlo bene.

Gli stuzzicadenti dovranno essere infilati nel seme affinché quest’ultimo possa essere immerso a mezza altezza nel vaso o nel contenitore. In genere, servono quattro stuzzicadenti messi come a formare una croce.

Ora aggiungere l’acqua e far sì che il seme sia immerso per metà.

Mettere il vaso in un luogo assolato, magari vicino a una finestra ben esposta.

Quando germoglierà? La pazienza è un altro ingrediente fondamentale per la corretta crescita dell’avocado. Servono, infatti, dalle due alle sei settimane prima di riuscire a vedere un piccolo germoglio che si innalzerà verso l’alto.

È necessario ricordarsi di cambiare l’acqua una volta alla settimana e controllare che il seme sia sempre immerso per metà; in caso contrario, aggiungere altra acqua.

Quando piantare l’avocado

Nel corso delle settimane l’avocado crescerà, ma andrà potato almeno due volte. Questa operazione serve per far crescere un fusto sempre più forte e resistente. Il taglio va effettuato quando il fusto principale raggiunge i 6 cm di altezza.

Alla terza volta il fusto e le foglie saranno più grandi, forti e resistenti: questo è il momento di piantarlo nella terra. Preferire un vaso di circa 30 cm di diametro da riempire con un mix di terricci e argilla espansa. Ovviamente rimuovete gli stuzzicadenti e lasciare la parte superiore del seme fuori dal suolo. Annaffiare abbondantemente il terreno e sistemare il vaso al sole, evitando esposizioni troppo luminose.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bagno cieco: cosa serve per renderlo efficiente

  • Come arredare l’open space piccolo: qualche consiglio

  • Coltivare una lattuga dai suoi scarti: ecco come fare

  • Divano: come scegliere quello giusto senza errori

  • Come scegliere il materasso giusto e i modelli in commercio

Torna su
IlPescara è in caricamento