rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Domotica

Decoder digitale in formato mini: i modelli a scomparsa

I decoder possono interagire anche con smartphone e tablet

Chi possiede un vecchio televisore e non ha intenzione di cambiarlo, per non rinunciare alla visione dei canali, dovrà necessariamente munirsi di un decoder Dvb-T2. Tuttavia questo complemento necessario potrebbe deturpare l’estetica del salotto o comunque della zona in cui si trova la tv. Motivo per cui è possibile scegliere un decoder a scomparsa, detto anche mini.

Si tratta di un dispositivo, più economico rispetto all’acquisto di un nuovo apparecchio televisivo, che si collega nella parte posteriore risultando invisibile.

Come installare il decoder a scomparsa

Il mini decoder va inserito semplicemente nella porta usb del televisore. Va poi collegato all’alimentazione ed è pronto per funzionare e vedere tutti i programmi.

Decoder, smartphone e tablet

I decoder possono interagire anche con smartphone e tablet. Sarà, quindi, possibile controllarli da remoto e scegliere le varie funzioni. Ci sono poi app che consentono di utilizzare i decoder come client multimediale, quindi sarà possibile riprodurre numerosi contenuti, quali foto, video e musica.

La funzione smart screen consente di visualizzare sui display di tablet e smartphone i contenuti televisivi sintonizzati dal decoder.

Prodotti online

Decoder DVB-T2 HD Dongle

Decoder DVB-T2 HD HDMI mini stick

Decoder digitale terrestre

Decoder DVB-T2 HD ricevitore digitale terrestre

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Decoder digitale in formato mini: i modelli a scomparsa

IlPescara è in caricamento