rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Domotica

Cos’è il cronotermostato e perché potrebbe rivelarsi un buon investimento

Un dispositivo in grado di rendere la nostra casa ancora più smart ed efficiente

Ci sono diversi modi per risparmiare sul riscaldamento e l’installazione di un cronotermostato e uno di questi. Si tratta di un dispositivo in grado di rendere la nostra casa ancora più smart, grazie alla domotica, ed efficiente.

Semplicissimo da usare, il cronotermostato consente di controllare la temperatura di ogni singolo ambiente domestico. Infatti, è in grado di rilevare i gradi all’interno di ogni stanza, azionando l’impianto di riscaldamento solamente nelle stanze che lo necessitano davvero, che mostrano quindi una temperatura inferiore a quella impostata. In più, consente di non superare quella stabilita, evitando sprechi.

In termini di funzionamento, il cronotermostato è simile al termostato, ma ci sono comunque delle differenze.

Il termostato è collegato all'impianto di riscaldamento, ma si aziona solo quando scende al di sotto di una determinata temperatura, mentre il cronotermostato permette anche di gestire l'impianto in base alla giornata e alla stagione.

Il cronotermostato può essere controllato a distanza, installando una app sullo smartphone.

Come funziona

Il timer del cronotermostato permette di regolare, accendere e spegnere il riscaldamento nelle varie fasce orarie e nelle stanze. Un esempio: se si torna a casa dall’ufficio alle 20 e si desidera una sala da pranzo a una temperatura di 18°, è sufficiente impostare questi dati sul cronotermostato: se all’orario stabilito, nell’ambiente c’è già la temperatura scelta, il dispositivo non si aziona, altrimenti entra in funzione fino al raggiungimento dei 18 gradi.

Vantaggi del cronotermostato

Il primo vantaggio è quello di risparmiare in bolletta, perché il riscaldamento si azionerà solo al bisogno.

Il comfort che assicura il cronotermostato è un altro punto a favore di questo dispositivo.

Il cronotermostato, poi, si basa sulle informazioni che ricava dalle previsioni meteo, contribuendo a un minore impatto sull’ambiente.

Come scegliere il cronotermostato

I cronotermostati si possono dividere in due categorie:

  • digitale, collegato all’impianto di riscaldamento tramite un collegamento elettrico;
  • wifi, si basa sulla rete internet e può essere controllato anche quando si è fuori casa.

Le caratteristiche da valutare sono:

display, deve essere di facile lettura per un utilizzo più veloce;

programmazione, deve avere la funzione giornaliera e settimanale. In questo caso si possono personalizzare meglio le funzioni e programmare l'impianto sul lungo termine.

Prodotti online

Cronotermostato settimanale digitale

Cronotermostato Wifi per Caldaia

Cronotermostato da parete

Cronotermostato elettronico giornaliero

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cos’è il cronotermostato e perché potrebbe rivelarsi un buon investimento

IlPescara è in caricamento