rotate-mobile
Salute

Lotta al tumore al seno: ottobre è il mese della prevenzione

Nastro Rosa è la campagna della lotta contro il tumore al seno

Torna la campagna Nastro Rosa per la prevenzione del tumore del seno promossa da Lilt, Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori. Ottobre è il mese rosa per eccellenza, durante il quale è possibile partecipare a iniziative informative e prenotare visite senologiche gratuite, per scoprire in tempo un eventuale male, che è possibile curare.

I dati raccolti da Lilt dimostrano che il tumore al seno è il più diffuso in tutte le donne di ogni età, ma, grazie alla prevenzione, viene sconfitto 9 volte su 10.

La lotta del tumore al seno a Pescara

In tutte le regioni, anche in Abruzzo e a Pescara, le sezioni italiane di Lilt propongono numerosi eventi.

#vivilrosa è l’hashtag collegato a questa importante campagna nazionale di prevenzione. Per l’intero mese di ottobre sarà possibile sottoporsi a visite senologiche gratuite alla Lilt di Pescara, in via Rubicone 15, numero di telefono 328 023 5511, e negli ambulatori aderenti all'iniziativa. Per farlo è necessario prenotarsi al numero verde Sos Lilt 800 998877, dove si possono anche ottenere informazioni e indicazioni riguardo le proprie necessità.

L’importanza di fare l’autoesame

Ogni donna, a partire dai 25 anni di età, dovrebbe fare un autoesame che serve per individuare, eventualmente, qualcosa di sospetto. Questo esame si chiama autopalpazione, e si tratta di una forma di prevenzione primaria.

Come fare l’autopalpazione del seno?

Di seguito vi riportiamo i passaggi per fare l’autoesame e prevenire precocemente un sospetto tumore al seno suggeriti da Lilt:

  • porsi in piedi davanti allo specchio;
  • osservare ogni singolo seno allo specchio, tenendo le braccia abbassate;
  • controllare se ci sono eventuali cambiamenti di grandezza e di forma o alterazioni della cute e del capezzolo;
  • alzare le braccia e portarle dietro la testa, osservando se ci sono retrazioni della cute o del capezzolo;
  • sdraiarsi, meglio se su un piano rigido, portando il braccio sotto la testa dalla parte del seno da esaminare. Scorrere dolcemente le dita ben tese e la mano piatta sul seno con piccoli movimenti dall'esterno verso l'interno;
  • eseguire gli stessi movimenti per l'altro seno.

Lo screening alla mammella

Lo screening alla mammella è il passo successivo. È gratuito per le donne da 50 a 69 anni, che ogni 2 anni ricevono a casa una lettera di invito a effettuare l’esame, che dura 10 minuti e non è per niente invasivo.

Qualora si notasse qualcosa di sospetto, anche se non si rientra nella fascia d’età indicata, è bene rivolgersi immediatamente al medico e un esperto senologo.

Il Comune di Montesilvano aderisce alla campagna Nastro Rosa Arci

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotta al tumore al seno: ottobre è il mese della prevenzione

IlPescara è in caricamento