rotate-mobile
Salute

Fare le pulizie domestiche per ridurre il rischio di infarti e ictus: lo studio

L'importante è stare in movimento

Le pulizie domestiche non sono mai state così salutari e interessanti. I ricercatori della Herbert Wertheim School of Public Health and Human Longevity Science dell'Università della California di San Diego nell’ambito della Women's Health Initiative hanno indagato sull’impatto delle pulizie domestiche sul cuore. La loro indagine ha portato alla luce un’interessante scoperta: fare le pulizie in casa, per un determinato tempo, aiuterebbe a ridurre il rischio di infarti e ictus.

Fino ad oggi i medici consigliavano delle leggere attività per ridurre le malattie cardiovascolari, come corsa e camminata. A quanto pare adesso potrebbero tornare utili alcuni lavori domestici, da svolgere quotidianamente, come cucinare e lavare i piatti.

Lo studio

I ricercatori statunitensi hanno reclutato e studiato 5416 donne americane tra i 63 e i 97 anni e senza malattie cardiache. Hanno monitorato i loro movimenti quotidiani, con un algoritmo capace di apprendere autonomamente ogni minuto trascorso da svegli in cinque scenari: seduto, seduto in un veicolo, fermo, movimento per attività quotidiana, camminare o correre. Per una settimana le donne hanno indossato un accelerometro da ricerca. In questo modo sono stati individuati i tipi di comportamento comuni nella vita quotidiana finora mai analizzati o inclusi in precedenti studi.

Basta fare attività domestiche per 4 ore al giorno

4 ore di attività domestiche al giorno riducono, secondo lo studio americano, il rischio cardiovascolare del 43% e di ictus del 30%. In poche parole si avrà un rischio inferiore del 62% di morte per malattie legate al cuore.

Al momento lo studio riguarda solamente le donne, ma potrebbe applicarsi anche agli uomini.

Attività contro sedentarietà

Il segreto sta tutto nel non restare seduti, quindi fare movimento ed evitare il più possibile la sedentarietà.

Ogni movimento che permettere di stare in piedi e camminare anche in casa, influisce positivamente sulla salute del cuore. Si possono massimizzare gli effetti affiancando una dieta sana ed equilibrata.

"Gran parte del movimento intrapreso dagli anziani è associato ad azioni della vita quotidiana, che, però, spesso non vengono considerate un'attività fisica. Comprendere i vantaggi del movimento quotidiano e aggiungerlo alle linee guida sull'attività fisica può incoraggiare anche i più anziani a muoversi di più” ha affermato Andrea LaCroix, responsabile della Divisione di Epidemiologia presso la Herbert Wertheim School of Public Health.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fare le pulizie domestiche per ridurre il rischio di infarti e ictus: lo studio

IlPescara è in caricamento