Sabato, 16 Ottobre 2021
Salute

Mal di gola e aria condizionata: cosa fare per evitare il disturbo “di stagione”

Il climatizzatore va sempre pulito e igienizzato in ogni sua parte

Il climatizzatore va sempre pulito e igienizzato in ogni sua parte, motivo per cui è necessario effettuare la manutenzione ordinaria. Solo in questo modo si eviteranno malfunzionamenti e inutili rischi per la salute. Infatti i filtri dell’aria condizionata agiscono sulla qualità della stessa.

Filtri non puliti: che succede?

Se il condizionatore presenta i filtri sporchi, questi ultimi saranno pieni di sostanze nocive, come polveri, agenti inquinanti, muffe e funghi rischiose per le persone, in particolar modo i soggetti con allergie. Inoltre, una volta azionata l’aria condizionata per raffrescare casa, si metteranno in circolo sostanze sporche. Il rischio è quello di buscarsi un raffreddore o un antipatico mal di gola. Nei casi più gravi provocano lombalgie, bronchiti e infezioni.

Alcuni sintomi rivelano se i filtri del condizionatore sono effettivamente sporchi, e sono:

  • mal di testa
  • irritazione degli occhi
  • irritazione della pelle, secchezza e prurito
  • scolo retronasale
  • tosse
  • raffreddore
  • mal di gola
  • stanchezza
  • attacchi d’asma
  • problemi respiratori

Quando pulire i filtri del condizionatore

Periodicamente i filtri del condizionatore devono essere puliti. La pulizia andrebbe effettuata un paio di volte l’anno, o anche prima dell’estate, se si usano solamente durante la stagione calda.

I filtri vanno inoltre puliti quando si avverte cattivo odore o quando l’aria fatica a raffrescarsi, o riscaldarsi in inverno.

Oltre ai filtri, inoltre, è consigliabile effettuare la pulizia del motore che si trova all’esterno.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mal di gola e aria condizionata: cosa fare per evitare il disturbo “di stagione”

IlPescara è in caricamento