Ancora oltre mille abruzzesi colpiti dall'influenza stagionale, ma il peggio sembra passato

Il dato di riferisce alla sesta settimana del 2020

L'Abruzzo, con 1.038 persone costrette a letto, resta tra le regioni più colpite dall'influenza.
Il dato di riferisce alla sesta settimana del 2020.

L'aspetto positivo riguarda il fatto che i casi di sindrome simil-influenzale inizia lentamente a diminuire dopo aver raggiunto il picco stagionale nella precedente settimana con un livello di incidenza pari a 13 casi per mille assistiti (nella nostra regione è al 16,23). Il numero di casi stimati in questa settimana è pari a circa 763.000, per un totale, dall’inizio della sorveglianza, di circa 5.018.000 casi.

Val D’Aosta, Umbria, Marche, Lazio, Abruzzo, Molise e Basilicata le regioni maggiormente colpite.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Serpente in mare morde bagnino a una mano, intervengono i carabinieri forestali

  • Dramma a Cappelle sul Tavo: si toglie la vita dopo la morte del figlio in un incidente

  • Poliziotta pescarese morta in casa, era madre di due figli

  • Violazione delle norme anti Covid sulla riviera, ecco gli interventi della polizia di Pescara

  • Segue ed infastidisce una ragazza in pieno giorno a Villa Raspa di Spoltore: nuovo episodio di delirio per un giovane

  • Affidamento degli eventi del Comune: arresti domiciliari per Di Pietrantonio e gli ex assessori Cuzzi e Di Carlo

Torna su
IlPescara è in caricamento