Domenica, 14 Luglio 2024
Salute

Giornata mondiale della prematurità 2021: l’ospedale di Pescara apre le porte ai nonni dei nati prematuri

Porte aperte anche ai nonni, che incontreranno per la prima volta i loro nipotini

Si chiama “Zero Separation, Agiamo Adesso” il tema di quest’anno dedicato alla giornata mondiale della prematurità 2021, che ricorre il 17 novembre, e l’ospedale di Pescara partecipa con una speciale iniziativa. Per la prima volta dopo l’emergenza pandemica, il reparto di Terapia Intensiva Neonatale (Tin) apre le porte ai nonni; in questo modo potranno fare visita ai nipoti nati prematuri, per vivere un momento di unico di tenerezza. Ricordiamo che la degenza nel reparto Tin può durare mesi.

In questa giornata ai genitori sarà regalata una brochure, per annotare pensieri e una foto ricordo di questo momento felice.

Nel pomeriggio del 17 novembre si potrà partecipare, nella chiesa della Visitazione di Pescara, all’incontro “La Vita che arriva: la forza di chi vuole esserci per Amore”, organizzato dall’associazione “l’Abbraccio dei Prematuri” che sostiene la Tin.

Saranno poi dati due regali importanti: il libro “Come respira una piuma” dello scrittore Marcello Florita, psicologo e psicoterapeuta, che racconta in questo libro la sua esperienza di padre di una coppia di gemelli prematuri; i cappellini e le scarpine donate dalle “Sferruzzanti”, un gruppo di volontarie che creano per i prematuri lavori in lana come dou dou e copertine colorate. 

A Pescara saranno illuminati con il colore viola, in vista della giornata della prematurità, la Torre Civica e il ponte Flaiano, grazie alla sensibilità del Comune di Pescara.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata mondiale della prematurità 2021: l’ospedale di Pescara apre le porte ai nonni dei nati prematuri
IlPescara è in caricamento