rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Salute

Uno studio rivela che il cioccolato fondente tiene a bada l’ipertensione

I flavanoli, che appartengono alla famiglia dei flavonoidi, del gruppo dei polifenoli, si sono rivelati benefici nei soggetti con una più elevata pressione sanguigna

Chi soffre di ipertensione, quindi pressione alta sanguigna, e rigidità arteriosa, sa bene quanto sia importante tenerla a bada oltreché controllarla costantemente. La risposta ora potrebbe essere più gustosa di quanto si potesse credere. Pare, infatti, che il cioccolato fondente abbia degli effetti molto benefici sull’ipertensione.

Tutto merito dei flavanoli, contenuti naturalmente nel cacao, che abbassano la pressione sanguigna alta. Finora non ne era stata ancora dimostrata l’efficacia e la sicurezza, ma un nuovo studio dell’Università di Surrey e pubblicato sulla rivista Frontiers in Nutrition, sembra cambiare le carte in tavola.

Infatti, secondo il professore di medicina cardiovascolare all'Università del Surrey Christian Heiss:

"L'ipertensione e la rigidità arteriosa aumentano il rischio di malattie cardiache e ictus, quindi è fondamentale studiare modi innovativi per trattare tali condizioni. Ma prima di prendere in considerazione l'introduzione del cacao nelle pratiche cliniche, dobbiamo testare se i risultati precedentemente riportati in ambienti di laboratorio si traducono in modo sicuro in contesti del mondo reale, con le persone che vivono la loro vita quotidiana”.

Lo studio

Lo studio effettuato dall’Università di Surrey ha coinvolto 11 persone sane. A loro è stato chiesto di consumare 6 capsule di flavanoli di cacao (contenenti un totale di 862 mg di flavanoli di cacao) oppure sei capsule placebo contenenti zucchero di canna a giorni alterni.

Ai partecipanti sono stati forniti un monitor per controllare la pressione sanguigna e una clip per il dito per misurare la velocità dell'onda del polso (pwv) ovvero i livelli di rigidità arteriosa.

Le misurazioni della pressione sanguigna e della pwv sono state effettuate prima del consumo delle capsule e ogni 30 minuti dopo l'ingestione per le prime tre ore, quindi ogni ora per le restanti nove ore.

Cosa ha dimostrato lo studio?

I flavanoli, che appartengono alla famiglia dei flavonoidi, del gruppo dei polifenoli, si sono rivelati benefici ma solo nei soggetti con una più elevata pressione sanguigna. Nelle altre persone non sono stati rilevati cambiamenti.

Anche se non migliorano la pressione sanguigna e la rigidità arteriosa, i flavanoli sono utili per ridurre malattie cronico-degenerative e quelle della pelle.

Per garantirsi tutti i benefici dei flavanoli, è opportuno mangiare cioccolato con alte percentuali di cacao, quindi essenzialmente cioccolato fondente, con una percentuale pari o superiore al 75%.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uno studio rivela che il cioccolato fondente tiene a bada l’ipertensione

IlPescara è in caricamento