Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cura della persona

Rughe da pc (digital aging): i danni della luce blu e come proteggersi

Si chiama digital aging

Si chiama digital aging il fenomeno beauty che identifica la “formazione” di rughe e la pelle spenta e stanca a causa della luce blu di smartphone, tablet e pc. Non è un fenomeno nuovissimo, ma si è decisamente molto accentuato in questo ultimo anno di pandemia, in cui restare connessi è stato l’unico modo per fare vita sociale.

L’iper-connessione, che colpisce soprattutto i più giovani, è quindi tra le nuove cause dell’invecchiamento cutaneo; digital aging sta, appunto, per invecchiamento digitale (precoce). Le rughe si evidenziano su viso e collo e sono causate dalle onde elettromagnetiche emesse dagli schermi luminosi. Queste onde aumentano la temperatura dei tessuti biologici favorendo il surriscaldamento dei tessuti ricchi di acqua (derma) con conseguente deterioramento delle fibre collagene, che comportando rughe e doppio mento.

A tutto ciò si aggiunga una postura sbagliata, dovuta alle tante ore seduti dinanzi al pc, e la gobba da tablet.

Maskne: cos'è l'acne da mascherina

Come prevenire le rughe da luce blu

Se sulla postura non si può far altro che prestare attenzione e cerca di muoversi il più possibile, sul fronte beauty è possibile utilizzare dei prodotti anti-luce blu.

Ce ne sono molti tra creme, sieri e spray, da tenere sempre a portata di mano, soprattutto sulla scrivania. La maggior parte di questi cosmetici crea un vero e proprio schermo multi-attivo, che riesce a fare da scudo contro la luce blu, le polveri sottili, lo smog, i raggi Uv e altri agenti nocivi per la pelle. inoltre garantiscono un ottimo livello di idratazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rughe da pc (digital aging): i danni della luce blu e come proteggersi

IlPescara è in caricamento