Cura della persona

Pelle in primavera: 5 regole d’oro per averla perfetta

Con yoga e pilates, pomodori e sieri antiossidanti

La primavera è arrivata e anche le temperature sono cambiate, diventando più calde e piacevoli. Ma la pelle in primavera va preparata, affinché non subisca forti traumi e grandi sbalzi.

Basta seguire delle buone regole di skincare, a base di esfolianti e antiossidanti, per non incappare in brutte sorprese, come la pelle unta o troppo secca, anche per via della mascherina.

Ottimi consigli arrivano dalla dottoressa Maria Gavrilova, dermatologa, parte del team MioDottore, piattaforma specializzata nella prenotazione online di visite mediche e parte del gruppo DocPlanner.

Peeling e antiossidanti per la pelle in primavera

Se in inverno la pelle può risultare più secca, con l’arrivo della primavera si presenta spenta, opaca e disidratata. Per evitare che ciò accada, è necessario detergere delicatamente, rinnovare, rinforzare e idratare. Motivo per cui un peeling delicato è utile per rimuovere gli strati superficiali del derma.

Da skincare a healthcare

Anche l’epidermide ha vissuto i vari lockdown e a distanza di un anno dal primo si può parlare di una vera e propria variazione di approccio: da skincare a healthcare. In quest’ottica la specialista di MioDottore suggerisce l’utilizzo di sieri antiossidanti, che aiutano a rallentare l’insorgere delle rughe e proteggono da danni ambientali e stress. Meglio prediligere prodotti che difendono da smog e Uv, supportano la barriera cutanea e il microbioma – ovvero l’insieme di tutti i microorganismi, tra cui batteri, virus, funghi e protozoi, che colonizzano intestino, pelle, cavo orale e polmoni.

Per aiutare al massimo il microbioma è ottimale l’applicazione di creme idratanti – da applicare due volte al giorno, mattino e sera – che rinforzino la barriera cutanea attraverso ingredienti quali ceramide, acido ialuronico e olii. Diversamente, si sconsiglia l’uso di prodotti aggressivi che contengono alcool o conservanti.

Vitamina C

Per quanto riguarda la routine di benessere della propria pelle, si consiglia al mattino, dopo la detersione e la tonificazione, l’impiego di sieri antiossidanti contenenti vitamina C – vero e proprio antiossidante naturale che aiuta a neutralizzare gli effetti nocivi dei radicali liberi prodotti dagli ultravioletti responsabili dell'invecchiamento – l’effetto viene ulteriormente potenziato qualora si associ il siero a una crema con filtro solare.

La vitamina C illumina la pelle, riduce le macchie del viso e dona al volto un aspetto più giovane quando si usano alte concentrazioni di tale ingrediente, 10-20%; sono preferibili sieri che abbiano elementi attivi in una texture fluida e leggera. Trattandosi di un prodotto concentrato, saranno sufficienti poche gocce.

Mentre durante la notte, la pelle richiede un trattamento esfoliante che le permetta di rigenerarsi, migliorandone luminosità e consistenza. In particolare, i prodotti con acido glicolico – una piccola molecola di alfa idrossiacido derivata dalla canna da zucchero – aumentano il turnover cellulare, purificano i pori, migliorano la texture e il tono cutaneo. Per la pelle molto sensibile meglio applicare quelli con niacinamide o vitamina B3, che aiuta a mantenere l’idratazione e aumenta la resistenza della barriera cutanea.

Alimentazione equilibrata

La dieta influisce sul benessere della cute per questo si consiglia di variare sempre e mettere in tavola proteine, grassi, carboidrati, vitamine, antiossidanti e minerali. Spesso si parla di super food che promettono straordinari benefici, il cibo dermatologico miracoloso è il pomodoro: ricco in licopene, potente antiossidante, anticancro e anti età. Inoltre, non possono mancare in menu noci, pesce e olio di oliva perché apportano grassi necessari a mantenere la barriera cutanea sana. Infine, è importante includere alimenti ricchi di vitamina C e flavonoidi, presenti in svariate tipologie di frutta tra cui mele, fragole, mirtilli, pere, arance; nelle verdure come peperoni, ravanelli, cipolle, e in alcune bevande come il tè verde.

Attività fisica

Anche il movimento è amico della pelle, passeggiare in mezzo alla natura e fare attività fisica all’aria aperta sono due toccasana. L’ideale quindi è approfittarne così da regalare al corpo una buona ossigenazione, una riattivazione della circolazione e la liberazione di endorfine. Qualora non fosse possibile effettuare sport fuori casa, valide soluzioni sono lo yoga e il pilates: il primo combatte lo stress che è nemico della pelle e favorisce l’equilibrio psicologico, alleggerendo le tensioni e il sistema nervoso, mentre il pilates migliora la circolazione verso la testa garantendo maggior nutrimento e ossigeno alla pelle.

Riassumendo, le 5 regole d'oro sono: 

  1. detersione delicata per non danneggiare la barriera e il microbioma cutaneo;
  2. rinforzare la protezione contro UV tramite utilizzo di antiossidanti;
  3. applicare una crema con protezione solare tutti i giorni di mattina;
  4. aggiungere un’esfoliazione di notte;
  5. praticare attività fisica aerobica all’aria aperta.
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pelle in primavera: 5 regole d’oro per averla perfetta

IlPescara è in caricamento