rotate-mobile
Cura della persona

Come affrontare la gravidanza in estate e non rinunciare alle vacanze

Il pancione in estate può incrementare i classici fastidi tipici di questo periodo dell’anno e soprattutto della dolce attesa

Il pancione in estate può incrementare i classici fastidi tipici di questo periodo dell’anno e soprattutto della dolce attesa. Come affrontare la gravidanza in estate? Basta seguire dei semplicissimi consigli per riuscire a sopravvivere alla calda stagione e godersi le vacanze, che siano al mare o in montagna.

Gravidanza e caldo

Per combattere il caldo ci sono pochi accorgimenti a cui prestare attenzione:

  • idratarsi spesso, quindi bere molta acqua ma anche evitare di esporsi al sole durante le ore più calde e tenere sempre il climatizzare in funzione;
  • vestirsi comoda, dunque prediligere abiti confortevoli e possibilmente chiari e in tessuti traspiranti naturali, come lino e cotone;
  • rinfrescarsi spesso, facendo docce e bagni, anche più volte al giorno, ma evitando di usare sempre il sapone.

Gonfiore estivo in gravidanza

Complici le alte temperature, il problema del gonfiore in gravidanza in estate è davvero grande. Per superare questa fase è consigliabile fare delle camminate, ovunque ci si trovi, evitando di stare sempre in piedi e ferme, ma anche tenere le gambe sollevate quando queste diventano troppo gonfie.

Stress e gravidanza

Lo stress è uno delle possibili conseguenze della gravidanza, legato principalmente al lavoro, la famiglia e la paura del parto. È consigliabile rallentare un po’ e prendersi del tempo per sé, soprattutto per riposarsi.

Vacanze estive e gravidanza

In gravidanza si può viaggiare ma bisogna prestare attenzione a dove si trascorreranno le giornate di riposo:

  • al mare - usare una crema solare con Spf 50 o 50+, mai esporsi nelle ore più calde e fare delle passeggiate sul bagnasciuga.
  • in montagna - mai superare i 1300/1400 metri di altitudine, perché diminuisce la concentrazione di ossigeno nell’aria, e il sistema placentare ha bisogno di raccogliere più ossigeno possibile dall’organismo materno.
  • in aereo – preferire un posto dal quale ci si può alzare facilmente, per sgranchirsi le gambe, e fare movimenti circolari con mani e piedi quando si resta sedute.
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come affrontare la gravidanza in estate e non rinunciare alle vacanze

IlPescara è in caricamento