Come preparare infusi e tisane di bellezza: le migliori ricette

Sono idratanti, drenanti e possono supportare diete, attività fisica e trattamenti

La stagione autunnale fa venire gran vogli di infusi caldi e questo è il periodo giusto per iniziare a preparare le tisane di bellezza e godere dei loro benefici. Tante sono le proprietà che possono avere, in base agli ingredienti scelti. Ma, attenzione, conviene acquistare erbe direttamente in erboristeria, per avere anche i consigli dell’esperto erborista, piuttosto che quelle industriali nei supermercati.

Sono idratanti, drenanti e possono supportare diete, attività fisica e trattamenti.

Per preparare la tisana bisogna far bollire l’acqua, aggiungere un cucchiaio di miscela, lasciare in infusione per il tempo necessario (dai 5 ai 20 minuti) in un contenitore con coperchio chiuso e gustarla meglio se calda. Tuttavia è anche possibile conservarla in frigo per un giorno o due al massimo.

Le ricette di bellezza

Di seguito vi elencheremo una serie di tisane di bellezza, con relative ricette per la preparazione, ognuna caratterizzata da una specifica (snellente, anti-gonfiore, depurativa).

  • Tisana anticellulite e snellente - per preparare questa tisana utilizza una miscela a base di fucus, ribes, spirea, vite rossa, finocchio, frangula e menta; il fucus, infatti, contribuisce ad attivare il metabolismo, mentre la vite rossa stimola il micro-circolo, aiutando il drenaggio dei liquidi in eccesso e lo smaltimento dei grassi.
  • Tisana detox - a base di tarassaco, bardana, cicoria, calendula, rosmarino ed anice stellato, la tisana detox aiuta ad eliminare tossine e impurità, e permette di recuperare energie e luminosità.
  • Tisana contro le gambe gonfie - la miscela a base di centella, mirtillo e sorbo è l'ideale per sgonfiare e alleggerire le gambe stanche, perché agisce a livello linfatico e venoso, ed è specifica per la circolazione degli arti inferiori.
  • Tisana drenante - per preparare una tisana drenante puoi utilizzare una miscela di equiseto, betulla, fico d'india, uva orsina, ortica e finocchio; ideale per eliminare liquidi in eccesso, sgonfiare la pancia e attenuare borse e occhiaie, questa miscela aiuta anche a drenare i liquidi a livello cellulare e a sentirsi più leggeri.
  • Tisana depurativa - assumere una tisana con enotera, borraggine e bardana è la scelta giusta per restituire luce alla pelle, depurare il fegato, eliminare le impurità, e, grazie alla forte presenza di vitamina E, migliorare l'elasticità della pelle e prevenire le rughe. Inoltre, puoi aggiungere un po' di camomilla e fare degli impacchi sugli occhi per eliminare borse e occhiaie.
  • Tisana contro la pancia gonfia - per ottenere una pancia piatta e allontanare il gonfiore puoi provare una miscela di malva, angelica, semi di finocchio, melissa e achillea, dalla funzione antinfiammatoria e capace di aiutare la digestione, prevenire la formazione di gas addominali e contrastare le coliti da stress.
  • Tisana rilassante - ideale da assumere prima di andare a dormire, la tisana rilassante è una miscela di passiflora, melissa, tiglio, fiori d'arancio e petali di papavero, in grado di rilassare la muscolatura anche a livello addominale, riequilibrare i cicli di sonno e veglia e dare continuità al sonno.

Raccomandazioni

È sempre consigliabile acquistare erbe, fiori e miscele in erboristeria: sono più efficaci rispetto alle tisane già preparate, facilmente reperibili nei supermercati. L’erborista vi illustrerà le proprietà e a questa figura potete chiedere nello specifico ciò di cui avete bisogno. Studierà per voi la miscela giusta e saprà consigliarvi.

Controindicazioni

Ci sono erbe che, a lungo andare, possono provocare effetti tossici:

  • Consolida maggiore - che contiene alcaloidi che possono causare danni permanenti al fegato in caso di uso costante e continuato;
  • Lobelia - che contiene alcaloidi dall'efficacia simile alla nicotina;
  • Digitalis - considerata fortemente velenosa a causa dell’elevato contenuto di glucosidi, concentrati principalmente nelle foglie.

Inoltre, è bene sapere che diverse erbe medicinali sono assolutamente da evitare in caso di gravidanza, avendo proprietà abortive: di conseguenza, se consumate da una donna incinta, potrebbero causare un aborto spontaneo.

Le più comuni sono: la noce moscata, il macis, la papaya, il melone amaro, la verbena, lo zafferano e l'olmo. Esistono poi delle erbe controverse o di dubbio effetto, cui bisogna comunque fare attenzione, come l'artemisia, la ruta, la mentuccia, la carota selvatica, il blu cohosh (Caulophyllum thalictroides), il tanaceto e il ginepro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come si fa la scrucchiata abruzzese e perché non è una comune marmellata

  • Blatte nelle cucine trovate dai carabinieri del Nas, chiuso ristorante a Pescara

  • Violenza in pieno centro a Pescara, accoltellato un uomo nei giardini di piazza Salotto [FOTO]

  • Autovelox in provincia di Pescara, controlli con lo Speed Scout in 7 comuni a ottobre

  • Ex studente del liceo Galilei di Pescara vince la medaglia di bronzo alle olimpiadi della matematica

  • Uomo accoltellato in centro, individuati gli aggressori: a colpire è stato un minorenne [FOTO]

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPescara è in caricamento