Domenica, 26 Settembre 2021
Alimentazione

Consumare troppo sale fa male: 5 alternative per non rinunciare al sapore

Alghe, spezie e molto altro

È risaputo che consumare troppo sale fa male alla salute. Non è necessario eliminarlo del tutto, a meno che non sia il medico a consigliarlo, ma è doveroso dosarlo con parsimonia.

Tutto questo serve per evitare di compromettere il buon sistema cardio-circolatorio. Ma ridurre il sale non vuol dire rinunciare a piatti saporiti. Ci sono delle ottime alternative, molto più salutari del sale, che possono fare al caso nostro. Scopriamo quali sono.

  • Spezie. Utilizzate soprattutto nella cucina orientale, le spezie sostituiscono completamente il sale. Le migliori sono curcuma, curry, cumino, paprika dolce e forte e coriandolo e si possono usare su carni, pesci e uova.
  • Erbe aromatiche. Un must della cucina italiana, tra le quali spiccano basilico e rosmarino, salvia, timo e menta ma ce ne sono moltissime altre a cui affidare il gusto.
  • Pepe. Può sostituire completamente il sale oppure si può abbinare a quest’ultimo aggiustando le dosi.
  • Salsa di soia. Serve a dare sapidità ai piatti ma contiene comunque sale, seppur in minori quantità.
  • Alghe. Ricche di sali minerali, si possono usare per insaporire i piatti. Quelle essiccate si trovano facilmente in commercio.
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consumare troppo sale fa male: 5 alternative per non rinunciare al sapore

IlPescara è in caricamento