rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Alimentazione

Il perfetto menu per un pranzo di Natale anti-spreco

Restano sempre gli avanzi

Il menu di Natale è di fatto sempre piuttosto ricco e imponente. Tante le portate, moltissimi i piatti colmi di ogni bene, ma sono anche molti gli avanzi a fine pasto. Cosa farsene? Di solito non ci si disfa di ciò che avanza, riscaldando le portate e mangiandole la sera stessa o anche il giorno dopo. Ma è possibile rendere il tutto più green, presentando a tavola un vero e proprio menu di Natale anti-spreco.

La startup Tech For Good, Phenix ha ideato un menu delle feste che consente di utilizzare scarti di carciofi, di funghi, avanzi di carne, zucca e polenta. Ve lo illustriamo di seguito con ingredienti e ricette salva-ambiente.

Antipasto: cialde di grana con crema di carciofi

antipasto

In questa ricetta vi spieghiamo come usare le parti dei carciofi che di solito si scartano.

Ingredienti

  • 5 carciofi
  • Olio extravergine di oliva q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • Grana Padano (con la sua crosta)

Preparazione

Pulire i carciofi, scarti inclusi, lessare per 35 minuti circa, scolare e conservare un po’ di acqua di cottura. Frullare e ottenere una purea filamentosa; versa acqua di cottura se la purea è troppo densa o asciutta.

Disporre la purea in un colino, schiacciare per togliere la parte fibrosa, aggiungere un filo di olio extra vergine di oliva e sala a piacere.

Grattugiare il pezzo di grana e la crosta, dopo averla lavata, creare 8 cerchi di formaggio grattugiato e disporli distanti sulla carta da forno messa sulla leccarda. Infornare per 220 gradi per pochi minuti in forno preriscaldato. Sollevare le cialde con una spatola, metterle calde sul mattarello per ottenere la forma che si vuole. Lasciar raffreddare. Da fredde, riempire le cialde con la crema di carciofi.

Primo: timballo con gambi di funghi

primo-4

Il gambo del fungo è spesso considerata una parte di scarto. Invece è gustosa e si può ottenere un ottimo piatto.

Ingredienti

  • 500 gr. di pasta corta
  • 500 gr. di funghi porcini
  • 1 cipolla
  • 1 gambo di sedano
  • 2 carote
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 mozzarelle
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • 1 bicchiere di brodo vegetale
  • Olio extravergine di oliva
  • Timo q.b.
  • Rosmarino q.b.
  • Pane raffermo

Preparazione

Lavare le verdure, sbucciare cipolla e spicchio di aglio, tritare tutto grossolanamente. Frullare tutto con il mixer. In una padella versare un cucchiaio d’olio in una padella e far rosolare il composto ottenuto per fare il soffritto.

Pulire i funghi, staccare il gambo e mettere da parte i cappelli. Tagliare i gambi in piccoli cubetti e unirli al soffritto. Alzare la fiamma e aggiungere mezzo bicchiere di vino bianco. Far evaporare e spegnere.

Cuocere la pasta fino a metà cottura e intanto tagliare i cappelli dei funghi a fettine molto sottili. Scolare la pasta, unirla al soffritto aggiungendo mozzarella tagliata a cubetti, fettine di funghi, timo e rosmarino tagliati grossolanamente e un filo d’olio.

Versare il tutto in una teglia e coprire con il pane raffermo precedentemente frullato. Aggiungere un filo d’olio. Cuocere in forno statico a 180° per 20 minuti e servire in tavola il timballo ben caldo.

Secondo: polpette con chips di polenta

secondo

Passiamo ora al secondo di polpette di carne con il contorno.

Ingredienti polpette

  • 350 gr. di carne di manzo (lessa o arrosto)
  • 1 uovo
  • 150 gr. di pane raffermo
  • 50 gr. di formaggio grattugiato
  • Olio extravergine di oliva q.b.
  • Noce moscata q.b.
  • Sale q.b.
  • 50 gr. mortadella
  • ½ spicchio d’aglio
  • 50 ml latte
  • Scorza di limone q.b.
  • Pepe q.b.

Preparazione polpette

Tagliare a dadini 100 grammi di pane raffermo, metterlo in una ciotola e aggiungere il latte. Sbriciolare il composto con le mani fino a farlo diventare una massa morbida.

Tagliare a fette la carne avanzata e disporla in una ciotola, aggiungere il composto di pane e latte, aglio e cubetti di mortadella. Versare il tutto in un mixer e frullare. Unire l’uovo, 50 grammi di pane precedentemente grattugiato e un po’ di scorza di limone e noce moscata. Aggiungere sale e pepe a piacere e continuare a frullare.

Lavorare il composto con le mani formando delle piccole polpette da ricoprire con pangrattato. Cuocere in padella con un po’ d’olio extravergine di oliva fino a quando non risulteranno dorate e ben cotte.

Ingredienti chips

  • 200 gr. polenta avanzata
  • Rosmarino q.b.
  • Salvia q.b.
  • Timo q.b.
  • Pepe nero q.b.
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva

Preparazione chips

Tagliare la polenta a tocchetti e riporla nel mixer insieme a tutti gli aromi e al pepe. Frullare finché il composto non risulterà ben amalgamato.

Mettere la polenta su un foglio di carta forno unta con un filo d’olio. Stenderla un pochino con le mani e coprirla con un altro foglio di carta forno. Utilizzare un mattarello per appiattire la polenta fino a raggiungere lo spessore di qualche millimetro. Rimuovere il foglio e forma dei quadratini aiutandosi con una rotella o un coltello.

Inforna a 200 gradi per 15 minuti. Quando le chips saranno pronte e croccanti, servire con le polpette.

Dolce: torta tenera alla zucca

dolce

Infine il dolce da preparare con gli avanzi di zucca precedentemente cotta.

Ingredienti

  • 250 gr. di zucca mantovana cotta al forno
  • 100 gr. di farina di riso
  • 100 gr. burro
  • 80 gr. zucchero
  • 1 uovo
  • Cannella q.b.
  • Gocce di cioccolato fondente q.b.

Preparazione

Disporre in una ciotola la zucca, schiacciare con una forchetta e metterla da parte. In un’altra ciotola mettere il burro a temperatura ambiente e lo zucchero e mescolare sino ad ottenere una crema liscia.

Al composto di burro e zucchero aggiungere uovo e zucca, mescolare e ottenere un composto omogeneo.

Aggiungere farina, cannella e gocce di cioccolato a piacimento e amalgamare il tutto. Montare l’albume dell’uovo, unirlo al composto e mescolare con movimenti delicati dal basso verso l’alto

Quando risulterà liscio e omogeneo, disporlo in una tortiera imburrata. Far cuocere in forno preriscaldato a 170 gradi per 50 minuti. Spolverare con zucchero a velo e il dolce è servito.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il perfetto menu per un pranzo di Natale anti-spreco

IlPescara è in caricamento