rotate-mobile
Alimentazione

Dolci e dieta: quali si possono mangiare?

Attenzione agli zuccheri

Quando si è a dieta i dolci generalmente sono banditi. Tuttavia non è detto che bisogna rinunciarci del tutto. Ci sono, infatti, alcuni alimenti golosi che possono essere consumati con parsimonia e attenzione.

Il ruolo dello zucchero

Ci sono dei dolci che si possono mangiare senza ingrassare, o comunque senza compromettere il proprio regime alimentare. Il problema, come spiega l’Oms, sta tutta nell’assunzione dello zucchero. Al giorno non bisognerebbe assumere più di sei cucchiaini di zuccheri semplici al giorno.

La quantità si riferisce allo zucchero raffinato, come quello che mettiamo nel caffè, ma anche a tutto lo zucchero contenuto negli alimenti, come bibite, frutta, latte e altri.

Quali dolci assumere?

Per massimizzare l’effetto della dieta, sarebbe meglio non consumare per niente i dolci, tuttavia qualche dolcetto è ammesso.

Il momento migliore per assumere i dolci è a colazione. Questo perché, secondo uno studio condotto nel 2012 a Tel Aviv, mangiare dolci al mattino aiuta a velocizzare il metabolismo e ad attivare più rapidamente le funzioni cerebrali. Sconsigliata l’assunzione di dolce a fine pasto (pranzo e cena).

Il cioccolato fondente è il primo dolce ammesso, perché migliora le funzioni cognitive e l’apprendimento soprattutto grazie ai flavonoidi che contiene, grandi alleati della salute cardiovascolare e cerebrale. Mangiare 10-20 grammi di cioccolato fondente al giorno, quindi, non è solo concesso ma anche consigliato.

Con parsimonia si possono mangiare i dolci fatti in casa ma meglio in versione light. Si consiglia di usare farine integrali, l’olio evo o di semi al posto del burro, yogurt invece che la panna.

Ciambelloni, crostate di frutta e torta caprese sono consigliate per una buona colazione o una merenda gustosa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dolci e dieta: quali si possono mangiare?

IlPescara è in caricamento