rotate-mobile
Aziende

Miriam Ricordi nella compilation di “Voci per la libertà – Una canzone per Amnesty 2021”

La cantautrice pescarese è stata inserita nella tracklist ufficiale con il suo brano "Siamo Sordi davvero" insieme ad artisti come Negramaro, Yo Yo Mundi e Agnese Valle

C'è anche Miriam Ricordi nella compilation di “Voci per la libertà – Una canzone per Amnesty 2021”. La cantautrice pescarese è stata infatti inserita nella tracklist ufficiale con il suo brano "Siamo Sordi davvero" insieme ad artisti come Negramaro, Yo Yo Mundi e Agnese Valle. Per la precisione, i Negramaro sono i vincitori del Premio Amnesty International Italia nella sezione Big, mentre la sezione Emergenti se la sono aggiudicata i Blindur. In scaletta si alternano poi gli ospiti del festival e i finalisti della sezione emergenti. I primi sono gli Yo Yo Mundi, H.e.r., Roberta Giallo, i Vallanzaska, Giulio Wilson, Jonathan Livingston, Francesca Incudine e Agnese Valle.

Gli emergenti in concorso presenti nella raccolta, oltre alla Ricordi, sono Donix, vincitrice del Premio della critica, Picciotto, a cui è andato il Premio Indieffusione, gli Aftersat, che hanno portato a casa il Premio Web, Olivia xx (Premio del pubblico) e infine Innocente e gli Ozora. Il cd si presenta come una fotografia sonora di cinque giorni di musica, arte e impegno civile, ma anche di emozioni e divertimento. Soddisfazione è stata espressa da Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International Italia:

"Anche questa raccolta è una preziosa testimone dell'impegno, dell'energia, dell'entusiasmo e della creatività artistica che da quasi un quarto di secolo costituiscono i valori fondanti di Voci per la libertà. Di nuovo, la buona musica è al servizio delle campagne per i diritti umani".

I fili conduttori di “Voci per la libertà – Una canzone per Amnesty” 2021 sono stati il sessantesimo anniversario di Amnesty International e la campagna per la liberazione di Patrick Zaki, finalmente scarcerato pochi giorni fa. Il direttore artistico Michele Lionello ha commentato: “È sempre emozionante l’arrivo della raccolta del festival, manifestazione nata nel 1998 per sostenere la Dichiarazione universale dei diritti umani grazie al potere della musica. Ora come allora, i nostri musicisti raccontano ammalianti storie sonore, che arrivano ai cuori e aprono le menti; ora come allora il palco di Voci per la Libertà è la prima tappa e poi ecco che l’evento si cristallizza in questa raccolta. È un piccolo memorabilia per rivivere quanto ci ha fatto battere il cuore nel corso dell’edizione 2021. Un serpentone sonoro immaginifico per un obbiettivo concreto: l’eliminazione di ogni sopruso e la promozione dei diritti umani”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Miriam Ricordi nella compilation di “Voci per la libertà – Una canzone per Amnesty 2021”

IlPescara è in caricamento