rotate-mobile
Venerdì, 2 Giugno 2023
Attualità Riviera Sud

La denuncia del Wwf: "Fosso Vallelunga continua a essere una discarica, il Comune intervenga" [FOTO]

L'associazione denuncia lo stato di degrado del Fosso e chiede una bonifica immediata da parte del Comune e sanzioni pesanti per i responsabili

Ancora degrado nel Fosso Vallelunga, diventato quasi una discarica. La denuncia arriva dal Wwf Abruzzo e Chieti- Pescara che, con alcuni scatti fatti qualche giorno fa, mostrano una situazione di abbandono con rifiuti di ogni genere che danneggiano non solo l'ambiente ma anche la salute pubblica:

"Sono note le ripetute segnalazioni da parte dei residenti che, nel denunciare la presenza di topi ratti e zanzare, chiedono la “pulizia” del canale. Il problema è che a favorire la presenza dei topi non sono certamente le piante che anzi restituiscono al pur cementato Fosso una certa naturalità, ma proprio quei rifiuti che, chiusi in un sacchetto o anche liberi, qualche ignoto si ostina scorrettamente a gettare nel canale.  
Occorre un intervento di pulizia, ma non certo con l’ingresso nel Fosso di mezzi meccanici che nel rimuovere i rifiuti arrecherebbero danno all’habitat fluviale. Bisogna organizzare una raccolta manuale dei sacchetti e degli altri materiali di scarto abbandonati nel sito e contemporaneamente prevedere un sistema di vigilanza (telecamere o altro) che possa consentire di individuare e punire chi viola le più elementari norme di igiene urbana. 

Le guardie ambientali Wwf in più occasioni hanno constatato la situazione di degrado del Fosso e hanno provveduto a inviare segnalazioni ad uffici comunali, finora senza esito alcuno. Hanno tra l’altro segnalato persino la presenza di un cavo, sotto il ponte della strada litoranea, staccato e finito in acqua senza che nessuno se ne preoccupi. Trincerarsi dietro il rinvio ad altrui competenze non è accettabile. È necessario invece che la questione venga affrontata e risolta. Anche a tutela della fauna presente che non è certo avvantaggiata dal cibo malsano e dalla plastica che vengono messi a disposizione con i sacchetti abbandonati. "

La questione, ricorda il Wwf, era stata già oggetto di attenzione da parte della sezione locale, con una nota inviata alla Conferenza dei servizi che si è tenuta l'8 giugno 22 in Comune dopo un sopralluogo avvenuto pochi giorni prima:

"È stata constatata una evidente rinaturalizzazione del fosso che, benché in parte cementificato, presenta un habitat idoneo per molte specie di fauna anche tutelata: a mo’ di esempio si cita l’osservazione nelle acque di numerosi avannotti in fase di accrescimento e di alcuni individui adulti di Barbus tyberinus, specie considerata Vu (vulnerabile) nella lista rossa dei vertebrati italiani IUCN; è nota ed evidente inoltre la presenza di anatre, molte con piccoli, tra le altre Anas platyrhynchos. Sono stati notati anche giovani di Gallinula chloropus. Senza dimenticare che in prossimità della foce risulta occasionalmente segnalata la presenza del Fratino Charadrius alexandrinus, specie ad altissimo rischio per la quale sono in corso in Abruzzo progetti speciali di salvaguardia. Non mancano coppie di Cannaiole Acrocephalus scrirpaceus. Sono stati infine individuati al canto gli Anfibi rana verde e rospo smeraldino. L’acqua del torrente scorreva tranquillamente ed è ben noto che, in relazione a quanto lamentato dai residenti, sono soltanto le acque stagnanti a favorire la proliferazione delle zanzare. Si segnala inoltre la presenza, in tarda mattinata, di diversi sacchi di rifiuti non rimossi alcuni dei quali evidentemente forati da animali. L’abbandono e la permanenza di rifiuti in strada favorisce certamente la presenza di animali indesiderati che invece non hanno particolari vantaggi dalla vegetazione spontanea che ha parzialmente restituito un aspetto naturale al fosso”. 

Subito dopo il Comune programmò un intervento di pulizia riducendo la vegetazione peggiorando la situazione spiega il Wwf, chiedendo ora di agire su chi abbandona i rifiuti ottimizzando la raccolta differenziata e soprattutto tutelando le specie vegetali rimaste.

fosso vallelunga 1-2

fosso vallelunga 3-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La denuncia del Wwf: "Fosso Vallelunga continua a essere una discarica, il Comune intervenga" [FOTO]

IlPescara è in caricamento