rotate-mobile
Attualità

La Cgil a disposizione dei disabili gravi per avanzare domanda e ottenere il finanziamento per la "Vita indipendente"

Il sindacato apre le porte a tutti coloro che hanno bisogno di supporto per vedersi riconosciuto il diritto e ricorda lo storico risultato ottenuto solo qualche mese fa quando tutte le richieste sono state soddisfatte: ecco a chi rivolgersi, come e quando. Le domande vanno presentate entro il 31 gennaio

Via alle domande per ottenere il finanziamento regionale destinato ai progetti di “Vita Indipendente” con le stesse che andranno presentate entro il 31 gennaio. Per supportare coloro che dovranno farla la Cgil attraverso il proprio ufficio politiche per la disabilità garantirà tutto l'aiuto necessario alle persone con grave disabilità destinatarie dei finanziamenti. Possibile quindi rivolgersi all'ufficio il mercoledì e il venerdì dalle 15.30 alle 18.30 chiamando il numero 335309534 o inviando una mail a c.ferrante@cgilabruzzomolise.it.

Il sindacato ricorda che a poter fare domanda sono i cittadini maggiorenni che vivono, appunto, una condizione di grave disabilità e sono residenti in Abruzzo. Base fondamentale di ogni progetto di “Vita indipendente” è l'assunzione di un assistente personale, mediante la stipula di un contratto di lavoro, ai sensi della vigente normativa.

Per avere accesso ai fondi, oltre alla maggiore età, è necessario redarre un progetto individuale, avere la certificazione rilasciata ai sensi dell'articolo 3, comma 3 della legge 5 febbraio 1992 numero 104 e possedere un Isee socio-sanitario non superiore a 20mila euro in corso di validità da produrre possibilmente entro il 15 febbraio 2024.

“Come Cgil abbiamo portato avanti una battaglia, insieme al segretario regionale Carmine Ranieri proprio sulla Vita Indipendente, ottenendo un risultato storico per l’intero Abruzzo, il finanziamento totale per tutti i cittadini abruzzesi esattamente 916 che hanno presentato domanda – dichiara e ricorda Claudio Ferrante, responsabile politiche della disabilità per la Cgil Pescara -. Nel 2021 la Cgil è riuscita a far avere un finanziamento di 3milioni e 500mila euro, nel 2022 di 4milioni 486mila 273 euro”.

“Parliamo di una legge regionale di fondamentale importanza – sottolinea il segretario della Cgil Pescara Luca Ondifero – che permette alle persone con disabilità, di fare delle scelte nel perseguire, alla pari con gli altri, la propria autonomia personale. Un’autonomia fatta di autodeterminazione, inclusione e piena partecipazione attraverso interventi mirati”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Cgil a disposizione dei disabili gravi per avanzare domanda e ottenere il finanziamento per la "Vita indipendente"

IlPescara è in caricamento