Protestano i residenti di un condominio in viale Regina Margherita per i bidoni della differenziata: "Degrado e topi in tutta la zona"

I residenti del condominio in via Regina Margherita 40 hanno inviato una diffida al Comune per denunciare la situazione di inciviltà e scarsa igiene che si registra a ridosso del parco Florida

Rifiuti indifferenziati abbandonati attorno ai bidoni della differenziata, e topi che spesso sono stati notati nella zona a causa del degrado. Protestano i residenti del condominio in viale Regina Margherita 40 che, tramite l'avvocato Cipriani, hanno inviato una diffida formale al Comune per segnalare la difficile situazione che si è venuta a creare per i residenti da quanto sono stati posizionati i cassonetti per la raccolta differenziata sul marciapiede della recinzione del parco Florida.

Le foto allegate mostrano l'accumulo di spazzatura da parte dei negozianti e titolari delle attività della zona vicina a piazza Muzii ed anche di via Mazzini, che si liberano dei rifiuti senza fare la differenziata accumulandoli sul marciapiede, creando ostacoli e pericoli ai pedoni in transito e che devono raggiungere le abitazioni del condominio, oltre alla presenza di topi che dal parco arrivano fino ai rifiuti, come già segnalato alla Asl ed al Comune.

Si ritiene che la soluzione possa essere quella di:

  • incrementare il numero dei cassonetti per la raccolta differenziata collocandoli sulla via Mazzini, sia sul tratto carrabile, precisamente all’incrocio con via Regina Margherita, sia sul tratto pedonale, nonché lungo la parete del mercato coperto, anche per l’umido e per la carta
  •  spostare sul ciglio della strada quelli di via Regina Margherita, approfittando della piazzola costituita dall’ex fermata dell’autobus collocata di qualche metro più avanti verso nord, così evitando di ingombrare il marciapiede destinato al transito dei pedoni
  • la diversa collocazione renderebbe più incomodo per gli esercizi commerciali raggiungerli e li indurrebbe così a maggiore senso civico utilizzando quelli viciniori con la cura ed attenzione dovuti

I cittadini, spiega il legale, auspicano una pronta risposta ed un intervento da parte dell'amministrazione comunale per risolvere il problema, segnalato già da diversi mesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, l'Abruzzo non uscirà dalla zona rossa il 4 dicembre: manca solo l'ufficialità

  • Cosa mangiare per rafforzare le difese immunitarie: 6 alimenti per fare il pieno di energia

  • Covid, dal 29 novembre cambiano i colori delle Regioni: l'Abruzzo resterà zona rossa almeno fino al 3 dicembre

  • L'Abruzzo resterebbe zona rossa fino al 10 dicembre in base al decreto, ma Marsilio punta ad anticipare

  • Carenza di vitamina D: 10 alimenti per integrarla e rafforzare il sistema immunitario

  • Marsilio annuncia: "Proroga di una settimana della zona rossa per l’Abruzzo"

Torna su
IlPescara è in caricamento