rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Attualità Centro / Via Trieste

Via Trieste, palazzo storico a rischio demolizione: la replica della Soprintendenza

La Sopritendenza Abruzzo ha voluto replicare all'allarme lanciato ieri dall'associazione "Italia Nostra" in merito alla possibilità che un palazzo storico venga demolito in via Trieste

La Soprintendenza Abruzzo interviene in merito alla questione del palazzo storico in via Trieste che rischia di essere abbattuto per far posto ad una nuova costruzione dopo l'allarme lanciato ieri dall'associazione "Italia Nostra". La Soprintendenza fa sapere di essere già al corrente del declassamento del palazzo ed ha già notiifcato alla proprietà ed al Comune di Pescara l'avvio delle procedure che permetteranno di tutelare l'interesse storico/culturale di quell'immobile.

VIA TRIESTE, PALAZZO STORICO A RISCHIO DEMOLIZIONE?

"Si tratta infatti di uno degli edifici inclusi nella nota e recente variante al Prg di Pescara per la salvaguardia del patrimonio architettonico della città. Il fabbricato in oggetto, infatti, rappresenta un notevole esempio di architettura eclettica residenziale degli anni Trenta del secolo scorso, con fronti esterni in cortina laterizia e ricco apparato decorativo che contorna i vuoti del prospetto. Tale tipologia e tali caratteri stilistici costituiscono ormai un elemento residuale di una fondamentale fase evolutiva della città di
Pescara che ha già subìto notevoli perdite nel recente passato ed è pertanto necessario sottoporre ad una attenta tutela per il loro valore storico artistico e testimoniale, costantemente a rischio di perdita."

Inoltre, ricorda la Soprintendenza, è stato avviato un procedimento che permetteà di salvaguardare l'jntero "Rione Pineta" dove negli ultimi mesi sono scoppiate polemiche in merito alla possibilità di abbattere alcuni dei villini liberty, e dove si punta a mantenere un giusto rapporto fra nuovi edifici ed edifici nuovi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Trieste, palazzo storico a rischio demolizione: la replica della Soprintendenza

IlPescara è in caricamento