rotate-mobile
Attualità

Posti di lavoro a rischio nella casa albergo "La Pineta": fissata la data dell'incontro in prefettura

Il 27 giugno alle 10 appuntamento dal prefetto Giancarlo Di Vincenzo per tutelare i posti di lavoro, i diritti acquisiti, ma anche gli ospiti della struttura, i sindacati invitano tutti i soggetti coinvolti ad essere presenti

Fissato per il 27 giugno alle 10 l'incontro in prefettura per discutere della vertenza che ha messo in stato di agitazione i dipendenti e le dipendenti della casa albergo “La Pineta”.

A chiederlo erano stati Fp-Cgil, Fials, Filcams Cgil e Fisascat Cisl dopo il licenziamento di uno degli operatori e la riduzione di ore di altri. Decisioni prese dal nuovo gestore della struttura di proprietà dell'Inps. Una possibilità che, stando a quanto dettosi nell'incontro del 26 maggio sembrava scongiurata, come gli stessi sindacati avevano riferito ed auspicato, ma nonostante i due nuovi ospiti giunti nella struttura così non è stato e per loro a rendere ancor più grave la situzione è il silenzio dell'Istituto rispetto al comportamento del nuovo gestore. Un comportamento ritenuto “ingiustificato” così come “illegittimo” il licenziamento contro cui, aveva detto a IlPescara Massimo Di Giovanni (Fp-Cgil) si intende procedere per vie legali. Cauto ottimismo è stato poi espresso alla notizia della riapertura del bando per l'ingresso di ulteriori 16 ospiti che porterebbe quell'equilibrio economico finanziario, hanno sempre sottolineato le organizzazioni sindacali, in assenza del quale si sarebbe proceduto al dimensionamento.

Tanti i temi sul tavolo che saranno affrontati davanti al prefetto Giancarlo Di Vincenzo e l'occasione, sperano i sindacati, di capire anche quale sia la posizione dell'Inps rispetto alle scelte del gestore perché se è vero che i dipendenti fanno capo ad esso, ha sempre sottolineato Di Giovanni, è altrettanto vero che la struttura, un fiore all'occhiello a livello nazionale, è di sua proprietà. L'obiettivo dunque è garantire i posti di lavoro di tutti i dipendenti, anche quelli del servizio ristorazione e pulizie, così come i diritti acquisiti in termini di ore. Se così non sarà, avevano già annunciato i sindacati, inizierà lo sciopero ad oltranza. All'incontro con il prefetto parteciperanno anche alcuni ospiti della struttura che difendono le ragioni di chi di loro si prende cura da anni, ma l'invito di Di Giovanni è a tutti gli operatori e gli ospiti, compatibilmente con possibilità e impegni, ad essere presenti davanti alla prefettura per esprimere solidarietà e supportare la vertenza che si sta portando avanti

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Posti di lavoro a rischio nella casa albergo "La Pineta": fissata la data dell'incontro in prefettura

IlPescara è in caricamento