Le Avis di Penne e Collecorvino donano un ventilatore polmonare all'ospedale San Massimo

A donarlo le Avis comunali di Penne e Collevcorvino come «segno tangibile di supporto ai medici e agli operatori sanitari impegnati nella lotta alla pandemia del Covid-19»

Un nuovo ventilatore polmonare per il reparto di Rianimazione dell'ospedale "San Massimo" di Penne per questa seconda ondata della pandemia da Covid-19 (Coronavirus).
A donarlo le Avis comunali di Penne e Collevcorvino come «segno tangibile di supporto ai medici e agli operatori sanitari impegnati nella lotta alla pandemia del Covid-19».

I gruppi comunali Avis di Penne e di Collecorvino, che da sempre perseguono i fini istituzionali della raccolta e della promozione del dono del sangue, all’espandersi in modo abnorme del virus, hanno deciso congiuntamente di impiegare le risorse finanziarie, destinate a iniziative sul territorio, all’acquisto di qualcosa di utile alla cittadinanza.

«Grazie al coinvolgimento dei medici del reparto Rianimazione, Rosario Pezzella e Alessandra Maurizio», si legge in una nota, «la scelta si è orientata verso l’acquisto del ventilatore polmonare, molto difficile da reperire a livello mondiale in periodo di pandemia, ma strumento fondamentale per la cura dei pazienti affetti da Coronavirus. Sono trascorsi diversi mesi dall’ordine fino alla consegna, installazione, collaudo e acquisizione formale dell’apparecchiatura a causa dell’elevata richiesta a livello mondiale, pertanto la donazione si è perfezionata solo da poco».

Le due associazioni hanno investito complessivamente 17 mila 250 euro (12 mila 250 euro da parte di Avis Penne e 5 mila euro da parte di Avis Collecorvino).
Il Presidente dell’Avis comunale Penne, Alcide Santamicone, a nome del direttivo afferma: «Abbiamo unito le nostre forze per un gesto concreto e tangibile di solidarietà, mossi dallo stesso spirito che da sempre contraddistingue il donatore di sangue. Oggi più che mai, ribadiamo il nostro invito a tutti coloro che sono nelle condizioni di poter donare. Ci sono tante prime volte nella vita, esperienze che magari possono spaventarci all’inizio, ma che poi ci regalano emozioni e felicità. Donare il sangue è una di queste».
«Siamo molto orgogliosi», aggiunge Ireneo D’Agostino, presidente dell’Avis di Collecorvino, «di aver contribuito e sostenuto un’iniziativa che rispecchia lo spirito di solidarietà che contraddistingue la nostra Associazione. Appena percepito la gravità e le criticità che il virus stavano procurando anche nel nostro territorio, abbiamo deciso di sospendere le varie iniziative che di solito organizziamo e ci siamo impegnati per procurarci questo dispositivo che è risultato da subito fondamentale per trattare l’infezione scatenata dal coronavirus Sars-CoV-2».

Le Avis di Penne e di Collecorvino rinnovano con forza l’invito a recarsi nel centro trasfusionale dell’ospedale di Penne che durante l’emergenza non hai mai interrotto la preziosa attività di raccolta di sangue ed emoderivati, organizzando le donazioni su prenotazione, nel massimo rispetto dei protocolli di sicurezza.

respiratore ospedale san massimo penne donazione avis 2-2-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arriva da Montesilvano il primo gel igienizzante per le mani multiuso al 98% naturale

  • Per il Tg1 l'Abruzzo diventa "#zonarozza": la gaffe spopola sul web

  • Uomo ritrovato morto nella sua stanza dal padre anziano, tragedia in viale Bovio

  • Furto d'identità a Pescara, il caso finisce a "Le Iene" [VIDEO]

  • Cerbiatto corre sul lungomare sud di Pescara, il video fa il giro del web

  • La cabina di regia mette l'Abruzzo in zona rossa, c'è l'annuncio di Speranza

Torna su
IlPescara è in caricamento